Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piacenza, resta impigliata per i capelli in impianto di irrigazione: grave ragazza di 26 anni

  • a
  • a
  • a

Grave infortunio questa mattina per una ragazza di 26 anni in un’azienda agricola di Boscone Cusani, nel comune di Calendasco in provincia di Piacenza. La ragazza è stata trasportata d’urgenza in eliambulanza nel reparto di rianimazione dell’ospedale Maggiore di Parma. Secondo una prima ricostruzione la ventiseienne sarebbe rimasta impigliata per i capelli nel meccanismo di una pompa per l’estrazione dell’acqua di irrigazione da un pozzo, sbattendo la testa violentemente. Sul caso indagano i Carabinieri.

 

 

I carabinieri del comando provinciale della città emiliana stanno accertando la dinamica dei fatti legata all’incidente. In base a quanto confermato dai militari, la giovane, che al momento è ricoverata all’ospedale Maggiore di Parma in prognosi riservata, ha origini albanesi, è assunta regolarmente e a tempo indeterminato in un’azienda agricola che ha sede legale a Rottofreno, nel piacentino (lo stesso comune in cui vive la ragazza), anche se l’incidente è avvenuto a Calendasco, in un appezzamento di terra dell’industria. La giovane, soccorsa dai vigili del Fuoco e dall’ambulanza, è stata stabilizzata e trasportata in elisoccorso a Parma in gravi condizioni. Al momento, la prognosi resta riservata.

 

 

Il macchinario in questione è il cardano per l’azionamento di mezzi agricoli, in questo caso una macchina per attingere l’acqua da un pozzo. Lo strumento per la trasmissione meccanica le ha risucchiato i capelli e la giovane è stata scaraventata violentemente a terra dalla forza di movimento del mezzo. Ha riportato gravissimi traumi e i sanitari del 118 l’hanno trasportata d’urgenza in elicottero all’ospedale Maggiore di Parma: le sue condizioni sono critiche e la prognosi è riservata. Sul posto i vigili del fuoco per la messa in sicurezza del mezzo mentre carabinieri e tecnici della Medicina del lavoro di Ausl si stanno occupando di accertare la dinamica.