Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Denise Pipitone, "mostri raccoglierete ciò che avete seminato". Piera Maggio, messaggio diretto ai rapitori

  • a
  • a
  • a

Messaggio di Piera Maggio ai rapitori della figlia Denise Pipitone sparita da Mazara del Vallo nel Trapanese il primo settembre 2004. Il caso si è riaperto dopo 17 anni per decisione della procura di Marsala e su Facebook Piera si rivolge con un post a chi ha fatto sparire la figlia quando aveva quattro anni, La donna è diretta nel linguaggio col post sulla pagina ufficiale della scomparsa di Denise.

 

 

"Voi che avete rapito Denise, nonostante siano passati giorni, mesi, anni, raccogliere ciò che avete seminato, sia in terra che in cielo. Mostri siete e sempre lo sarete!" scrive nel post social la mamma della piccola dove appare con una foto insieme a Denise che porta in braccio.

Un post che ha avuto migliaia di interazione e che fa seguito agli sviluppi sull'indagine di Denise che da quel giorno di settembre, non ha dato più notizie: sparita nel nulla dall'androne della casa dei nonni materni.

 

 

Secondo le indiscrezioni del programma Quarto Grado di Retequattro, ci sarebbero due indagati nella nuova indagine per il rapimento della bimba: Anna Corona, ex moglie di Pietro Pulizzi padre naturale di Denise, e Giuseppe Della Chiave. In più sarebbero sei i testimoni della vicenda, quattro dei quali nuovi, alcuni dei quali si sono già presentati in procura per dare la loro versione. Le piste che portano a Denise sono le seguenti: una familiare (la piccola è nata da una relazione extraconiugale) e un'altra legata ai rom. Quest'ultima è stata a lungo battuta, non per il rapimento della bimba ma perché Denise sarebbe stata a loro consegnata. Una segnalazione su Denise, l'ultima fatta da Mariana (ragazza rom adottata da una famiglia italia), porta prima al campo rom di Parigi e poi  in Romania dove ora si troverebbe l'ipotetica Denise.