Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rimini, "violentata in spiaggia". Caccia al branco di minorenni: un aiuto dalle telecamere

  • a
  • a
  • a

"Violentata in spiaggia". La denuncia alla polizia di Rimini, è quella di una ragazzina di 15anni che accusa il branco, un gruppo di minorenni che le forze dell'ordine stanno cercando di identificare in queste ore. Il fatto è accaduto alla mezzanotte di domenica 6 giugno, a Rimini.

 

 

"Mi hanno stuprata in spiaggia", ha ripetuto la giovane agli agenti della volante prima e in questura poi e la denuncia riguarda un gruppo di coetanei amici della minorenne che nella serata di 6 giugno, avrebbero abusato di lei in spiaggia, dopo aver trascorso la serata in un locale sul lungomare riminese. Lo stesso locale in cui precedentemente le forze dell’ordine erano intervenute per sedare una lite tra minori. Da lì la comitiva si sarebbe spostata in spiaggia dove, secondo il racconto della ragazza, i coetanei avrebbero cominciato ad approfittarsi di lei. La ragazza, secondo una ricostruzione, ha quindi chiamato il 112.

 

 

 Un soccorso arrivato prima del previsto, secondo quanto riferisce il sito open.online mediante la volante in servizio di prevenzione e controllo nei luoghi della movida estiva. Dopo la denuncia la ragazza è stata immediatamente portata in pronto soccorso dove i sanitari hanno attivato il protocollo anti stupro. Una vicenda complessa e delicata anche per via del coinvolgimento di tutti soggetti minorenni. La denuncia è stata già trasmessa alla Procura per il Tribunale dei minori di Bologna con il massimo riserbo mantenuto dagli inquirenti. L’obiettivo primario delle indagini è ora indentificare i ragazzi che erano con la 15enne, esaminare filmati di eventuali telecamere di sicurezza e individuare possibili testimoni presenti. Secondo quanto si apprende, infatti, potrebbe risultare utile l'ausilio dei video delle telecamere di sicurezza della zona per avere elementi importanti per far luce sul gravissimo e inquietante fatto che è stato denunciato dalla ragazza alla polizia.