Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Denise Pipitone, "i bambini non si toccano". Nuovo testimone parla e tira in ballo Claudio Corona

  • a
  • a
  • a

Caso Denise Pipitone, spunta un nuovo testimone. Si è fatto vivo attraverso una lettera che la procura di Marsala sta valutando, una missiva che non è anonima. Il nuovo documento viene mostrato in tv, lunedì 7 giugno su Rai 2 nel corso del programma "Ore 14". Una esclusivca della trasmissione.

 

"Un testimone in carne ed ossa", viene spiegato che chiama in causa Claudio Corona, fratello di Anna Corona ed moglie di Pietro Pulizzi padre naturale di Denise Pipitone, la bimba scomparsa da Mazara del Vallo il 4 settembre 2004. Claudio Corona non è stato mai indagato, ha avuto problemi con la giustizia, condannato a tre anni per traffico di droga, pena patteggiata.

Io voglio la verità su Denise” scrive il nuovo testimone nella lettera che viene resa nota in esclusiva dalla trasmissione di Milo Infante e ora al vaglio degli inquirenti della Procura di Marsala che dopo 17 anni hanno deciso di riaprire il caso. Il nuovo testimone del mistero  di Denise Pipitone non si nasconde, chiede di essere ascoltato dagli inquirenti per far luce sulla storia. E come anticipato, tira in ballo il fratello di Anna Corona, Claudio.

 

L'autore della lettera, dice di non voler diventare un collaboratore di giustizia . “Non sono un collaboratore di giustizia e mai lo sarò. Ho frequentato molto  Corona ma ripeto non sarò mai un collaboratore di giustizia” afferma nella missiva che viene letta in tv. Poi specifica che “ho tante cose da dire per tutelare me e la mia famiglia e forse finalmente scoprire la verità su qualche informazione su Denise”. “Io voglio la verità su Denise. Donne e bambini non si toccano” aggiunge il testimone in un altro passaggio della lettera. Un altro elemento interessante di queste nuove indagini che secondo un'altra trasmissione, questa volta di Retequattro, Quarto Grado, vedrebbe indagati Anna Corona e Giuseppe Della Chiave.