Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Saman, lo zio e due cugini ripresi mentre vanno a scavare una fossa | Foto

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Sempre più fitto il giallo attorno a Saman Abbas, per la quale ormai da giorni proseguono da giorni le ricerche, la 18enne di origini pakistane residente a Novellara, in provincia di Reggio Emilia, di cui non si hanno più notizie appunto da settimane. Lunedì 7 giugno i carabinieri hanno diffuso tre frame relativi al video del 29 aprile, in cui compaiono alcuni parenti della ragazza (tra cui il cugino fermato a Nimes, in Francia, qualche giorno fa) che, secondo le ipotesi investigative, potrebbero essere stati ripresi mentre si dirigevano a scavare una fossa. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, nei prossimi giorni, in base anche alle condizioni meteo, per le ricerche della ragazza, potrebbe essere utilizzato l’elettromagnetometro

 

 

Le immagini della videosorveglianza hanno immortalato tre persone, con due pale e un secchio, con un sacchetto azzurro e un piede di porco, dirette verso i campi sul retro della casa di Novellara, la sera del 29 aprile scorso, per rientrare circa dopo due ore e mezza.

 

 

I fotogrammi sono agli atti dell’inchiesta per omicidio condotta dalla Procura di Reggio Emilia. Saman viveva con i genitori in una cascina attaccata all'azienda agricola di Novellara, nella Bassa reggiana, dove il padre lavorava da 15 anni. Il proprietario, da tempo, aveva fatto installare delle telecamere di sorveglianza per scoraggiare i ladri.

 

 

La sera fra il 30 aprile e il primo maggio la ragazza è uscita di casa con i suoi genitori. Tutti e tre vanno verso un vialetto che porta nei campi. Dieci minuti dopo, padre e madre tornano da soli a casa. Il frame attuale invece mostra tre uomini andare nel tardo pomeriggio verso la campagna armati di pale, piede di porco e un secchio. E' in queste terre sconfinate che i carabinieri guidati da Stefano Bove stanno cercando il cadavere della ragazza. I tre sono lo zio di Saman, Danish Hasnain, e due cugini, fra cui Ikram Ijaz