Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Saman, droni e cani molecolari per cercare il corpo nei campi di Novellara | Video

  • a
  • a
  • a

I carabinieri hanno già controllato 80 ettari di terreni. Ma il corpo di Saman Abbas, la diciottenne pakistana scomparsa dopo aver detto no alle nozze combinate, potrebbe essere ovunque. Gli investigatori di Reggio Emilia sono sicuri. E' stata uccisa dalla famiglia per fargli pagare lo "sgarro" e il suo corpo è stato occultato nelle campagne intorno all'azienda agricola di Novellara dove lavoravano il padre e i parenti della ragazza a Novellara in provincia di Reggio Emilia.

 

 

E proprio lì tra le serre, i pozzi, i terreni e le porcilaie che da giorni continuano le ricerche dei carabinieri. Nella mattinata di venerdì 5 giugno la trasmissione "Storie Italiane" ha mandato in diretta le immagini delle operazioni. Nelle ricerche sono stati impiegati anche dei droni che fotografando i terreni dall'alto hanno segnalato alcuni punti dove il terreno è stato smosso. Insomma punti dove potrebbe essere stato sotterrato il cadavere della ragazza. I carabinieri in questi giorni stanno facendo delle piccole buche nei punti indicati in modo da facilitare i cani molecolari che entreranno in azione nelle prossime ore. Le piccole buche servono ad aiutarli a fiutare.

 

 

L'unico membro della famiglia di Saman che sicuramente è in Italia è il fratello minore di 16 anni che è stato accolto in una casa famiglia. Sarebbe stato lui a indicare agli inquirenti la pista dell'omicidio tanto che i pm hanno chiesto un incidente probatorio per poterlo ascoltare di nuovo e "fissare" la sua testimonianza. A uccidere Saman sarebbe strato lo zio che è irreperibile insieme a un altro cugino. Un altro cugino ancora, anche lui indagato, è stato arrestato in Francia ed ha rigettato le accuse. I genitori sono in Pakistan. fuggiti all'improvviso a inizio maggio. Il padre contattato da il Resto del Carlino nei giorni scorsi ha detto che la figlia è viva ed è in Belgio e che lui tornerà in Italia il 10 giugno.