Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Saman, la testimonianza dei vicini: "Le donne di quella famiglia chiuse in casa" | Video

  • a
  • a
  • a

"Quando le donne erano in casa se si avvinava qualcuno dovevano chiudersi in casa". E' la testimonianza raccolta dagli inviati della trasmissione Dritto e Rovescio a Novellara il paese dove abitava Saman Abbas, la ragazza pakistana di 18 anni scomparsa dopo aver rifiutato le nozze combinate che i genitori le volevano imporre. La trasmissione condotta da Paolo Del Debbio ha mandato in onda nella puntata di giovedì 3 giugno un servizio dal paese della provincia di Reggio Emilia dove viveva la ragazza insieme alla famiglia.

 

 

Sono state raccolte le testimonianze di alcune persone che avevano contatti con la famiglia che ormai da anni viveva e lavorava in un'azienda agricola. "Se le donne erano fuori erano costrette a rientrare in casa se arrivava qualcuno", ha detto una donna che è voluta rimanere anonima che poi ha parlato di Saman: "Voleva studiare ma non l'hanno più mandata a scuola perché era una donna". La giovane aveva denunciato la famiglia a dicembre quando si era opposta alle nozze in Pakistan che erano state fissate il 22 dicembre. Prima si era rifugiata in una casa famiglia a Bologna dalla quale era uscita ad aprile. "I carabinieri l'avevano convinta a tornarci - dice l'inviato - ma quando i servizi bussano alla sua porta il 3 maggio era troppo tardi". Secondo la ricostruzione degli inquirenti la ragazza è stata uccisa tra il 29 e 30 aprile. Il 29 vengono ripresi dalle telecamere di sorveglianza alcuni suoi famigliari con un piede di porco, pale e secchi. Secondo gli investigatori stavano preparando la fossa per Saman che sarebbe stata uccisa il giorno successivo da uno zio.

 

Durante la puntata è stata mandata in onda anche la telefonata del padre della ragazza con il Resto del Carlino. Quella nella quale l'uomo afferma che la ragazza è in Belgio. Il padre spiega che quegli uomini con le pale andavano ad aprire i fossi perché quel giorno pioveva. Ma c'è qualcosa che non torna. Il titolare dell'azienda agricola non ha escluso di aver chiesto quel tipo di intervento. ma certamente no alle 19 di sera. "A quell'ora non lavoriamo". Ma le telecamere hanno ripreso quegli uomini proprio in quell'orario.