Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dritto e rovescio, "ho ucciso i ladri ed ora ho paura". Parla il gioielliere che ha freddato due malviventi vicino Cuneo

  • a
  • a
  • a

"Ho ucciso i ladri ed ora ho paura". Durante la puntata di Dritto e Rovescio, il talk condotto da Paolo Del Debbio su Rete 4, del 3 giugno è andato in onda un servizio sulla sicurezza nel paese. In particolare c'è stata l'intervista a Mario Roggero, titolare dell’omonima gioielleria che si trova in via Garibaldi in frazione Gallo di Grinzane Cavour, nel Cuneese che lo scorso 28 aprile ha sparato e ucciso due rapinatori che stavano minacciando sua moglie e la famiglia.

Due rapinatori sono morti, mentre un terzo componente della banda è riuscito a fuggire ma è stato arrestato il giorno successivo. Ora il gioielliere ha confessato di vivere nella paura. "Ci sono tante persone che fanno ideologia, ma bisogna trovarcisi in queste situazioni", ha detto davanti alle telecamere. Ha raccontato gli attimi drammatici del tentativo di rapina finito nel sangue con lui che ha reagito estraendo la pistola per difendersi. Lui e la moglie che veniva calpestata da uno dei rapinatori.  Già nel 2015 la gioielleria era stata presa di mira dai ladri, che in quell’occasione erano riusciti a portare a termine il colpo, picchiando con violenza il titolare, legando e chiudendo in bagno le due figlie.  Dalle prime testimonianze sembra che i rapinatori abbiano sfoderato delle pistole puntandole contro la famiglia di gioiellieri. Ed a quel punto che Roggero deve aver agito e nella colluttazione ha tirato fuori la pistola.

 

Il fatto è stato commentato in studio dal conduttore Paolo De Debbio e da Mario Giordano che è stato lapidario: "In questi casi se deve morire qualcuno è meglio che siano morti i ladri. per me il gioielliere non deve essere nemmeno indagato, si è difeso. Punto. Si deve indagare solo sul fatto per verificare se non ci sono stati abusi di reazione. Ma non si deve indagare chi si è difeso ed ha difeso la sua famiglia".