Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roma, orrore in strada: uccide la moglie, fermato dai passanti

Sull'episodio indaga la polizia

  • a
  • a
  • a

Orrore a Roma nel pomeriggio di oggii, sabato 29 maggio 2021. Un uomo ha raggiunto e ucciso la moglie in strada colpendola più volte con un coltello. È accaduto nel primo pomeriggio di in via Greppi, all'altezza del civico 90, in zona San Paolo nella Capitale.

 

 

 

Secondo le prime informazioni, la donna, una 39enne originaria dello Sri-Lanka, è morta poco dopo il trasferimento in ospedale. Il marito che l'ha uccisa, un 49enne connazionale, è stato bloccato dai passanti e poi arrestato dalla polizia arrivata sul posto. L'avrebbe colpita con il coltello almeno due volte, una coltellata diretta al petto e una al braccio. Sono al momento tutti da chiarire i motivi reali del gesto choc che ha macchiato la giornata prefestiva nella Capitale.

 

 

La zona del delitto è stata tutta transennata per consentire alla polizia di effettuare i rilievi di rito. All'omicidio, secondo quanto si è appreso, avrebbero assistito parecchi passanti, molti dei quali hanno poi consentito la cattura dell'uomo da parte della polizia.

L'omicidio è avvenuto attorno alle 14.30. Prima ci sarebbe stato un litigio in strada. Poi l'uomo ha impugnato il coltello scagliandosi contro la moglie. La donna è stata soccorsa dai sanitari che sono stati prontamente allertati e giunti sul posto. Le sue condizioni sono apparse disperate, è stata portata all'ospedale San Camillo. Fatale per la donna sarebbe stata la coltellata al petto.

"La donna è stata immediatamente presa in carico dai medici del trauma team (rianimatori dell’Uosd Shock e Trauma e chirurghi generali), ma nonostante le cure repentine ha avuto un arresto cardiaco. D’urgenza è stata trasferita in sala operatoria e sottoposta ad intervento chirurgico multidisciplinare. Purtroppo le ferite risultavano gravissime e nonostante gli sforzi terapeutici dell’equipe curante la paziente è deceduta. La salma è stata posta a disposizione della autorità giudiziaria", scrive in una nota la Direzione Sanitaria dell’Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini.