Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Reggio Emilia, diciottenne pakistana di Novellara scompare dopo nozze combinate. Si indaga per omicidio

  • a
  • a
  • a

Prima ha chiesto aiuto ai servizi sociali del suo comune per opporsi alle nozze combinate, poi è scomparsa. Ora gli inquirenti sospettano che sia stata uccisa e indagano per omicidio. Giallo a Novellara, in provincia di Reggio Emilia, dove da 1 maggio non si hanno più notizie di Saman Abbas, ragazza di 18 anni che nel dicembre scorso si era rivolta ai servizi sociali per opportsi al destino che la sua famiglia le aveva riservato: un matrimonio combinato in Pakistan con un connazionale.

 

La ragazza era arrivata nel comune emiliano nel 2016 per ricongiungersi al padre che invece lavorava qui da 10 anni in un'azienda agricola. Dopo che aveva chiesto aiuto ai servizi sociali era stata trasferita in una struttura protetta, lontano dalla famiglia. All'interno della struttura è diventata maggiorenne e l'11 aprile aveva deciso di allontanarsi volontariamente. Da quello che si è appreso era tornata a casa a Novellara. Poi giorni dopo la scomparsa e la partenza, per il Pakistan, della famiglia La madre, il padre, il fratello minore e i cugini . Si pensava che la ragazza fosse con loro, invece non è così.

 

 

Il 2 maggio gli agricoltori per cui il padre di Saman, Shabbar Abbas, lavora, che sono anche proprietari della casa in cui la famiglia pakistana vive, avevano cercato l’uomo. Ma non l'hanno più trovato. Secondo i racconti dei pochi che qualche volta la vedevano, sempre assieme alla madre passeggiare in campagna, Saman avrebbe voluto frequentare il liceo, ma la famiglia non voleva che prendesse i mezzi pubblici per andare fuori Novellara. Della questione si è occupata anche la trasmissione Chi l'Ha Visto di Rai 3. Durante la puntata di mercoledì 26 maggio il sindaco di Novellara ha lanciato un appello alla ragazza: "Se hai trovato rifugio da qualche parte e hai bisogno di aiuto la comunità è con te".