Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Funivia Mottarone, lo spettacolare panorama pochi minuti prima della tragedia | Video

  • a
  • a
  • a

Poco prima del crollo della funivia di Mottarone, tragedia che ha causato la morte di 14 persone, tra cui i bambini, una donna aveva pubblicato sui social uno spettacolare video realizzato proprio dall'interno dell'impianto di risalita. E' stato Massimo Giletti, conduttore di Non è l'Arena, a mandarlo in onda nel corso della puntata del talk di La7. Giletti ha sottolineato che dalla funivia si poteva osservare un vero e proprio spettacolo naturale e che la donna è stata fortunata, visto quello che è accaduto poco dopo, una tragedia. (Clicca qui per vedere il video del panorama).

 

Intanto il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, ha istituito una commissione ispettiva che ha il compito di “individuare le cause tecniche e organizzative” che hanno provocato il gravissimo incidente della funiviaMauro Bonaretti, capo del Dipartimento per i trasporti e la navigazione, ha firmato il decreto istitutivo di una commissione di esperti, presieduta dal professor Gabriele Malavasi. La commissione è chiamata ad analizzare quanto è accaduto e a redigere una relazione dettagliata da presentare al ministro sulle cause tecniche e organizzative che hanno provocato l’incidente. La commissione è stata voluta dal ministro in considerazione della gravità di quanto è accaduto, visto che la caduta della funivia ha causato la morte di 14 persone, tra cui bambini.

Il gruppo di lavoro svolgerà approfondimenti che si aggiungeranno a quelli della Direzione generale per le investigazioni ferroviarie e marittime (Dgfema), organismo investigativo indipendente che è previsto dalla normativa europea. Dgfema ha avvito una inchiesta per accertare le cause dirette e indirette del dramma e per individuare le azioni più opportune per evitare che si ripetano eventi analoghi. Gli uffici del Mims hanno confermato che la revisione generale dell'impianto è avvenuta nell'agosto del 2016 e i controlli si sono susseguiti a luglio 2017. A novembre e dicembre 2020, inoltre, sono stati effettuati i controlli sulle funi portanti e su quella di soccorso. A dicembre, inoltre, esame visivo delle funi tenditrici da parte di una società specializzata.