Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roma, cinque bombe della seconda guerra mondiale in cantina a San Lorenzo: arrivano gli artificieri

Nigeriano semina terrore in un bar

  • a
  • a
  • a

Cinque bombe risalenti alla seconda guerra mondiale sono state trovate in una cantina nel quartiere di San Lorenzo a Roma. A segnalare ai carabinieri la presenza degli ordigni, quattro di produzione inglese e uno italiana, è stata una donna che li ha notati durante i lavori di pulizia nella cantina della nonna in via dei Dauni.

 

Sul posto sono arrivati gli artificieri del comando provinciale di Roma che hanno messo in sicurezza le bombe in attesa di farle brillare successivamente. Sul ritrovamento sono in corso le indagini dei carabinieri. Una scoperta sicuramente scioccante e imprevista per la donna, che tutto avrebbe pensato tranne di trovarsi di fronte a quegli ordigni dopo oltre settanta anni dalla fine della guerra. E che per tanti anni hanno costituito un potenziale pericolo per tutta la zona, qualora i militari dovessero accertare che le bombe fossero state ancora a rischio esplosione, qualora si fossero determinate particolari circostanze. Nonostante i tanti decenni trascorsi, sono tuttora frequenti le scoperte di questo genere di ordigni risalenti all'ultimo conflitto mondiale, a riprova dell'enorme quantità di bombe ed esplosivi prodotti e sganciati sul nostro paese dalle aviazioni degli Alleati, soprattutto nei due anni in cui hanno risalito la penisola per liberarla dalle forze dell'esercito della Germania nazista di Hitler.

 

Sempre nello stesso quartiere della capitale, ma ieri sera, c'è stato un brutto episodio di cronaca. Un ragazzo di 23 anni, infatti, è stato accoltellato in strada a seguito di un litigio con un coetaneo. Sembra che all'origine del diverbio ci sia stata una lite per una ragazza. Il 23enne ferito è stato trasferito in ospedale in gravi condizioni, mentre l'altro - con svariati precedenti di polizia - è stato arrestato e dovrà rispondere di omicidio e resistenza a pubblico ufficiale.