Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luca Attanasio, arrestati i sospetti killer dell'ambasciatore, del carabiniere e dell'autista

  • a
  • a
  • a

Per gli omicidi dell'ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, del carabiniere Vittorio Iacovacci e dell'autista Mustapha Milambo, sono stati arrestati alcuni sospettati che sono attualmente sotto interrogatorio. Lo ha dichiarato il presidente congolese Félix Tshisekedi, citato dal quotidiano del Paese Actualité. "Ci sono sospettati che sono stati arrestati e vengono interrogati", ha spiegato il presidente, precisando che a parte tali sospettati "c'è sicuramente una organizzazione. Sono "coupeurs de route" che si organizzano in bande e che possono contare su protettori. Dobbiamo mettere tutti gli elementi in fila. Abbiamo la collaborazione dei servizi italiani e stiamo lavorando duramente".

Il presidente ha del Congo ha inoltre spiegato che "conoscevo personalmente questo ambasciatore. E' terribile. Sono rimasto davvero sconvolto dalla sua morte". Un omicidio che lo motiva ancora di più a cercare la verità "e soprattutto a porre fine a queste sacche di violenza nella parte orientale del nostro Paese". Attualmente sono tre le indagini attive sull'agguato in cui persero la vita Attanasio, il carabiniere Iacovacci e l'autista Milambo il 22 febbraio scorso. Si stanno muovendo il Dipartimento per la sicurezza delle Nazioni Unite, le autorità italiane e ovviamente quelle della Repubblica democratica del Congo

Luca Attanasio, classe 1977, fu ucciso il 22 febbraio 2021 a Goma. Era ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo dal 5 settembre 2017. Insieme al carabiniere e all'autista fu vittima di un agguato nel villaggio Kibumba, vicino alla città di Goma. Il convoglio di un Programma alimentare mondiale in cui viaggiava insieme ad altre sei persone, fu attaccato da uomini armati da fucili mitragliatori. Attanasio fu ferito gravemente all'addome e morì poco dopo all'ospedale Onu di Goma. E' il primo ambasciatore italiano ad essere ucciso mentre stava adempiendo le sue funzioni, il secondo diplomatico straniero, dopo il francese Philippe Bernard, assassinato nel Congo. Attanasio si era sposato nel 2015 con Zakia Seddiki, originaria del Marocco, con cui ha avuto tre figlie.