Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stromboli, nuova eruzione. Forte boato nell'isola e gigantesca nube di fumo | Video

  • a
  • a
  • a

Nuova forte eruzione del vulcano Stromboli, oggi mercoledì 19 maggio, dopo una ripresa delle attività nei giorni scorsi. Sull'isola delle Eolie c'è stato un fortissimo boato poi la lava è iniziata a scendere nella cosiddetta "sciara del fuoco".  L'alta colonna di fumo di vede a distanza di chilometri. La colata sta arrivando in mare. Sono diverse le frane, piccole, provocate dal vulcano. "C'è stata una forte eruzione ma senza boato. Si è alzato un grossissimo nuvolone che però si è riversato sul lato di Stromboli, sul lato di Ginostra dove vivo io non è successo nulla". A parlare con l'Adnkronos è Gianluca Giuffrè, un abitante di Ginostra, che commenta la nuova eruzione del vulcano. "In questo momento il cielo si è oscurato - dice - sta cadendo sabbia, leggermente bagnata, segno evidente che tutto il materiale caduto in mare è risalito con il vapore acqueo. Ora stiamo cercando di appurare l'entità del fenomeno". "Sul villaggio di Ginostra per fortuna non è successo niente ma tutti i sentieri sono pieni di erbacce e se fosse caduto del materiale incandescente sul borgo, come la volta scorsa, si sarebbe bruciato tutto perché le vie dei fuga ci sarebbero state precluse".

 

 

 

L'eruzione si è verificata circa un’ora fa a Stromboli. Dal cratere vulcanico si è alzata un’alta colonna di fumo ben visibile anche da Sicilia e Calabria. L’eruzione ha provocato anche il lancio di lapilli incandescenti e fuoriuscita di lava. La colata, che sta scendendo a mare, lungo la sciara del fuoco, una zona desertica dell’isola, ha provocato anche una piccola frana. L’esplosione ha provocato un boato avvertito distintamente dagli abitanti e dai turisti che hanno cominciato in questi giorni ad affollare l’isola di Stromboli. 

 

 

La colata come detto è scesa nella zona non abitata dell'isola. Si tratta della sciara del fuoco che tra tra la zona del porto dove ci sono le maggiori attività turistiche e il villaggio di Ginostra che invece è nella parte oltre la sciara e che è raggiungibile solo attraverso il mare. Per adesso non sono stati segnalati danni.