Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso Pipitone, "si chiama Denise". Ragazza rom di Scalea, retroscena in diretta tv

  • a
  • a
  • a

Mattino 5 di oggi, martedì 11 maggio 2021, si è occupato del caso di Denise Pipitone. Segnatamente del caso della ragazza di 21 anni su cui si stanno svolgendo degli accertamenti a Scalea.

 

 

La ragazza, questa la notizia data in anteprima dal programma di Canale 5 condotto da Federica Panicucci, si chiama Denise, proprio come la bimba scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo. Eta e nome coincidono. Questo ovviamente non significa niente, ma sono due elementi sui quali si indaga. La ragazza di origine rom è stata portata in caserma e adesso sul test del Dna dovrà decidere la procura di Marsala che ha riaperto le indagini.

Francesca Lagatta, giornalista della trasmissione della rete ammiraglia Mediaset in collegamento da Scalea in provincia di Cosenza, ha spiegato anche i dettagli della vicenda. Su come cioè, si è arrivati alla ragazza rom che dice di chiamarsi Denise.

 

 

 

 

"Sappiamo che la ragazza ha la stessa età di Denise Pipitone, è rimasta in caserma dei carabinieri fino a tarda sera, ieri (lunedì 10 maggio ndr) e da alcune fonti accreditate apprendiamo che la ragazza si chiama proprio Denise", dice la giornalista in diretta tv.

Sarà adesso la procura di Marsala a decidere se procedere al test del Dna o meno. "La ragazza ha fornito le sue generalità, ha detto della sua famiglia e secondo quanto si apprende non avrebbe un buon rapporto con la madre che vivrebbe in una comunità lontana da lei. Come è nato il sospetto che quella ragazza potrebbe essere Denise? La ragazza era a passeggio con alcuni amici rom in una via di Scalea e una commerciante ha notato la somiglianza con la piccola Denise e ha allertato i carabinieri. La commerciante non sapeva che la ragazza si chiamava Denise, ha notato solo una somiglianza. Scalea prega e spera che questa ragazza sia Denise, la comunità di Scalea si stringe attorno alla famiglia", ha detto Lagatta in collegamento.