Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paolo Rossi, le sue volontà: "Rose rosse alle mie figlie a ogni compleanno". Presto una mostra

  • a
  • a
  • a

Nove rose rosse per il suo nono compleanno. Accompagnate da un biglietto: "Auguri mia Principessa, con tutto l'amore di sempre. Papà". Un biglietto che non ha potuto firmare, visto che lui è Paolo Rossi, il campione scomparso il 9 dicembre scorso, quando aveva 64 anni. E' il Corriere della Sera a raccontare una storia struggente e commovente, legata alle ultime volontà di Pablito. Sono la moglie Federica Cappelletti e il figlio maggiore Alessandro, avuto dal precedente matrimonio, a far rispettare il suo volere. Ed è stata proprio Federica a spigare che uno dei pensieri che quando era malato lo tormentavano maggiormente, era quello di non poter veder crescere le figlie che ora hanno 9 e 11 anni. 

 

"Nei momenti di sconforto abbiamo parlato di cosa sarebbe successo se avesse perso la sua battaglia. Alessandro ormai è un uomo adulto, capace di superare la perdita di un genitore, ma la preoccupazione di mio marito era soprattutto rivolta alle figlie più piccole". Federica Cappelletti spiega così al Corriere della Sera le scelte di Paolo per essere in qualche maniera sempre presente ai compleanni delle bimbe: "Mi ha chiesto di regalare loro un mazzo di rose rosse: tanti fiori quanti gli anni che compiono. E mi ha chiesto di farlo sempre, fino a quando ci sarò". La bimba quando ha ricevuto i fuori è scoppiata in lacrime a ha voluto tenere il mazzo accanto per tutta la festa: "Per lei è stata una gioia immensa". 

Federica Cappelletti ha inoltre svelato che Paolo Rossi le ha chiesto di stimolare le bambine a praticare sport e la più piccina ha iniziato anche a cavalcare. Federica inoltre svela che porterà avanti anche le iniziative in ricordo del bomber, filtrando le numerose proposte che stanno arrivando da ogni zona d'Italia. A Vicenza, ad esempio, l'amministrazione comunale è decisa a intitolargli la piazza antistante lo storico stadio Romeo Menti. Ma Cappelletti sta lavorando anche ad una serie di altri progetti che dovrebbero iniziare alla fine dell'anno e proseguire per tutto il 2022. Quello principale è una mostra itinerante che raccoglierà i cimeli sportivi più importanti di Pablito.