Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In Italia 10.176 nuovi casi e 224 morti. Diminuiscono i ricoveri. Il bollettino

  • a
  • a
  • a

I nuovi casi di Covid sono 10.176, mentre i morti 224. Sono i numeri principali del bollettino di oggi, sabato 8 maggio, diffuso come tutti i giorni dal ministero della Salute. Nella giornata precedente (venerdì 7 maggio), i positivi erano stati 10.554, mentre le vittime 207. Complessivamente dall'inizio della pandemia i contagiati "ufficiali" diventano 4 milioni 102.921, mentre le vittime continuano a salire: 122.694. Sono 17.394 i cittadini che hanno superato il virus e sono stati dichiarati guariti, il dato complessivo quindi tocca i 3 milioni 590.107. E continua a scendere quello degli attualmente positivi: 7.444 in meno, quindi 390.120. Nel precedente bollettino le guarigioni certificate erano state 15.580. 

I tamponi totali sono stati 338.436 (ieri 328.612), il tasso di positività, dunque, è del 3% leggermente inferiore a quello del giorno prima, 3.2%. Miglioramenti, seppur lievi, anche per il settore sanitario dove continuano a diminuire i ricoverati. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono 532 in meno di ieri. Il totale attuale è di 15.799. In terapia intensiva 42 pazienti in meno (ieri - 55), il totale attuale è 2.211. Gli ingressi giornalieri sono stati 110 (vanno conteggiati, ovviamente, con le dimissioni e purtroppo i decessi). 

Il punto sulla campagna vaccinale. Stando al portale del ministero della Salute, le dosi somministrate sono 23 milioni, 349.402 (dato ore 18 di sabato 8 maggio). Sono sette milioni e 155.712 i cittadini a cui è stato completato il ciclo vaccinale (seconda dose oppure unica del siero J&J). La Lombardia ha superato quattro milioni di inoculazioni: 4.029.785. Poi Lazio (2.241.055) e Campania (2.061.251). Nella classifica della percentuale delle dosi utilizzate rispetto al numero delle consegnate, al primo posto resta la Liguria con il 91.6%, poi il Veneto al 90.7% e le Marche al 90.2%. Continua a crescere il numero delle dosi inoculate alla fascia d'età 70-79 anni: oltre 5 milioni.