Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roma, morto nell'incidente sul grande raccordo anulare testimone chiave del processo Sacchi

  • a
  • a
  • a

Drammatico schianto nel pomeriggio di oggi, giovedì 6 maggio, sul Grande Raccordo Anulare a Roma. L'incidente ha coinvolto un carro attrezzi e una moto. I due ragazzi che erano a bordo sono morti. Si tratta - secondo quanto riferisce Leggo (clicca qui) - di Giorgia Albano e Simone Piromalli, quest'ultimo uno dei testimoni chiave dell'omicidio Luca Sacchi. L'incidente è avvenuto sulla carreggiata interna del Grande raccordo tra le uscite Nomentana e Centrale del Latte. Secondo le primissime ricostruzioni fatte dalle forze dell'ordine la moto si sarebbe schiantata, per cause che sono ancora da accertare, con un carroattrezzi.

 

Sul posto sono intervenute alcune squadre di tecnici dell'Anas, i sanitari del 118 e la polizia stradale per gli accertamenti del caso. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dei due giovani che hanno 21 anni. Per tutto il primo pomeriggio di oggi il traffico in carreggiata interna è rimasto bloccato, con code lunghe diversi chilometri, fin dall'uscita 5 (Cassia Veientana).

 

Un'altra tragedia a Roma dove in una sola settimana sono morte 9 persone a causa degli incidenti stradali, compresi i due ragazzi deceduti. Il 4 maggio è morto un uomo di 67 anni lungo la Salaria subito dopo lo svincolo per il Raccordo tra Settebagni e Monterotondo. Il 29 aprile una studentessa del liceo Giulio Cesare di Roma è stata investita da un'auto lungo la Nomentana ed è morta poi il 3 maggio a causa delle contusioni. Un uomo di 52 anni è morto lo stesso giorno in via Jonio per un incidente in sella al suo scooter. Sempre il 29 aprile è stato investito e ucciso un medico tra le uscite di Boccea e Casal di Marmo. Il 4 maggio è morto un ragazzo  di Ostia che è uscito fuori strada e il 4 maggio a Lanuvio un 48enne ha perso la vita a causa di un frontale.