Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amore Criminale, stasera in tv 6 maggio 2021 su Rai3 la storia di Rosa uccisa dal marito

  • a
  • a
  • a

Nuovo appuntamento in prima serata tv, oggi 6 maggio 2021 su Rai 3, con le storie di femminicidio raccontate da Veronica Pivetti in ’Amore Criminale'. Il programma va in onda alle 21.20. Il linguaggio è sempre quello della docufiction, dove alla voce narrante di Veronica Pivetti si alternano interviste ai testimoni diretti, materiale di repertorio e ricostruzioni di fiction.

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Amore Criminale (@amore_criminale_rai3)

 

La terza puntata sarà dedicata alla storia di Rosa, una donna succube e remissiva e del suo rapporto infelice con il marito, un uomo autoritario sia con lei che con i figli. Un matrimonio durato più di 40 anni in cui prevalgono paura e rassegnazione. Ma è anche la storia di una donna che a tutto questo si ribella e che rinasce, prima di morire. La goccia che fa traboccare il vaso è la scoperta di una scatola di preservativi trovata nella tasca del marito. Messo alle strette, l’uomo confessa una lunga serie di tradimenti. Questa scoperta spinge Rosa fuori di casa e lontana dal controllo del marito. Ed è proprio questo suo cambiamento così improvviso ma irreversibile a convincerlo di aver perso il controllo sulla moglie. L’unico modo che ha per ’fermarla' è toglierle la vita. ’Amore Criminale' è realizzato in collaborazione con la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri e con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un format La Bastoggi, prodotto da Palomar. 

 

 

 

La storia di stasera, secondo quanto si apprende dalle anticipazioni, è quella di Rosa Landi, 59 anni, uccisa con cinque colpi di pistola dal marito che voleva lasciare. Il figlio era al telefono con la madre e ha sentito in diretta gli spari.

Il killer è Ciro Vitiello, marito e assassino di Rosa Landi. Era il 19 marzo del 2016. Tra Ciro e Rosa era scoppiata una lite furiosa e alle 22.16 è arrivata una telefonata alla questura di Genova. Era Ciro che diceva di aver ucciso sua moglie. “Sentite, ho ammazzato mia moglie“, dice l’assassino al telefono con la polizia. “Come ha ammazzato sua moglie?”, chiede il poliziotto. Lui risponde: “Guardi non si può più vivere, questioni di separazioni. Io ho perso la testa e ho separato a mia moglie con la pistola“. Tutto questo mentre Rosa era al telefono con il figlio Marco di 37 anni che ha sentito gli spari. Quando gli agenti sono arrivati a casa della donna l’hanno trovata riversa sul pavimento in una pozza di sangue.