Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ciro Grillo, le urla nella notte contro la ragazza. E spunta l'ipotesi della droga

  • a
  • a
  • a

Sulla vicenda che coinvolge Ciro Grillo, figlio di Beppe, fondatore del Movimento 5 Stelle, spunta anche la droga. Sarebbe emerso dalla deposizione dell'amica della ragazza che ha presentato denuncia per violenza sessuale. Secondo la ricostruzione, la giovane avrebbe raccontato di essere stata svegliata tre volte, in uno dei casi dalle urla proprio di Ciro. Nei confronti della ragazza che sostiene di essere stata violentata, inoltre, sarebbero state scattate fotografie shock, con gli organi sessuali a pochi centimetri dal volto della giovane che stava dormendo, scatti che hanno aggravato le posizioni di Ciro Grillo, Edoardo Capitta e Vittorio Lauria

La serata sarebbe stata raccontata punto dopo punto. Le conoscenze al Billionaire, l'essersi appartati nel privé con due bottiglie di champagne e due di vodka, Ciro e la ragazza che si baciavano sul divanetto con lei che si staccava perché non interessata. Poi l'invito a recarsi nella villetta di Cala di Volpe. A casa Grillo - stando alla ricostruzione che pubblica Il Giornale - alle due ragazze sono stati offerti altri alcolici e intorno alle 6, una ha deciso di andare a dormire sul divano. Ma è La Stampa a pubblicare il dettaglio inedito della droga: "Io e lei - avrebbe detto la giovane, riferendosi alla sua amica - non abbiamo usato droghe, ma quando eravamo in casa ci proponevano di fumare marijuana e si chiedevano dove l'avevano messa".

Poi avrebbe raccontato il resto, dalle urla di Ciro, arrabbiato perché la ragazza era con un altro: "Me la sono portata a casa perché me la volevo sc***re e invece lo sta facendo con lui". Poi ha visto l'amica piangere in accappatoio, le chiede cosa sarebbe accaduto ma lei "non rispondeva". Quando si è svegliata intorno alle 13, ha cercato l'amica, l'ha trovata in un letto singolo "nuda, confusa, con il trucco colato". Poi la confessione: "Mi hanno violentata tutti". Le due ragazze in seguito si sono incontrate in un bar di Milano e la diciannovenne ha raccontato di aver parlato con sua madre dell'accaduto e avrebbero preso provvedimenti. L'anno precedente in un campeggio, la ragazza aveva dormito in tenda con un compagno e, sempre secondo l'amica. si era svegliata quando lui le era saltato addosso e aveva avuto un rapporto con lei, senza la sua volontà.