Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, i ristoratori sbottano: "Ora riapriamo anche al chiuso". L'avvertimento di Mio Italia al governo

  • a
  • a
  • a

Gli spazi all'esterno non bastano e molti locali non ce li hanno nemmeno. Dunque dopo le prime riaperture il 26 aprile - per coloro che hanno appunto tavoli all'aria aperta - i ristoratori continuano il pressing per togliere le restrizioni anche al chiuso. Nelle scorse ore l'associazione Mio Italia, guidata da Paolo Bianchini, che raggruppa un discreto numero di operatori in tutta Italia ha lanciato un ultimatum al governo: "Venerdì 7 maggio riapriremo anche al chiuso". A far traboccare la classica goccia fuori dal vaso sono state le immagini degli assembramenti a Milano per la festa dello scudetto dell'Inter. "A noi ci fanno chiudere mentre succede tutto questo", è stato il pensiero di molti operatori tradotto in azione concerta da Mio Italia.

 

"In un Paese serio non possono coesistere le feste scudetto, con decine di migliaia di persone in piazza, e i ristoranti chiusi per prevenire anche il più improbabile contatto. Un Paese serio non girerebbe il capo di fronte allo stillicidio dei fallimenti dei piccoli imprenditori dell’ospitalità a tavola. Basta con le prese in giro. Da venerdì prossimo, 7 maggio, i ristoranti di Mio Italia (e non solo) apriranno anche al chiuso, rispettando le ultime linee guida elaborate dalla Conferenza delle Regioni", dice Paolo Bianchini che aggiunge: "Noi non siamo fuorilegge: noi vogliamo solo salvare le nostre attività. Tanti studi scientifici hanno puntato l’indice contro il trasporto pubblico dove continuano a verificarsi maxi-assembramenti. E allora perché penalizzare il comparto dell’ospitalità a tavola?"

 

"Ora basta con le menzogne che ci stanno propinando da mesi. Come quella sul tasso di letalità per gli under 60. I dati ufficiali Epicentro ISS sono disponibili online, e chiunque può consultarli e capire. Noi non vogliamo morire a causa della 'variante imprese', quindi applicheremo il protocollo delle Regioni e riapriremo anche al chiuso, a pranzo e a cena", ha concluso Paolo Bianchini.