Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Selvaggia Lucarelli, su festa Inter attacca sindaco Sala: "Fa Ponzio Pilato"

  • a
  • a
  • a

Sugli assembramenti causati dai tifosi dell'Inter per festeggiare la conquista dello scudetto, il sindaco di Milano, Beppe Sala, va bocciato. E a farlo è Selvaggia Lucarelli che lo attacca direttamente dal suo profilo twitter. Non le va giù il fatto che il primo cittadino sia stato zitto dopo quello che è accaduto in piazza Duomo: "Il sindaco di Milano, Beppe Sala - scrive Lucarelli dal suo profilo social - sugli assembramenti per lo scudetto in piazza Duomo, tace per quasi un giorno. Poi posta un’agenzia in cui parla il prefetto. Non manca di allegare una sua foto in versione istituzionale, il tutto mentre fa Ponzio Pilato. Meraviglioso".

Critiche molto dure nei confronti del sindaco, nel giorno in cui fioccano le polemiche per quanto è accaduto immediatamente dopo la conquista del tricolore. Il centro di Milano si è riempito. Migliaia e migliaia di persone hanno festeggiato una accanto all'altra, urlando e cantando, spesso senza mascherina. La Regione Lombardia ha giù annunciato l'allarme e spiegato che tra un paio di settimane potrebbero esserci conseguenze per lo sviluppo del Covid, visto che gli assembramenti continuano non solo ad essere negati, ma decisivi per cercare di rallentare il virus. 

 

Critiche alle istituzioni sono arrivate anche dall'ex presidente dell'Inter, Massimo Moratti. Pur sottolineando di essere molto felice per la conquista del tricolore e per la telefonata che ha ricevuto da Zang, sottolinea che a suo avviso l'invasione di piazza Duomo era praticamente scontata e che le istituzioni si sono fatte trovare impreparate. E' stato proprio il prefetto di Milano, Renato Saccone, a spiegare che chiudere la piazza centrale della città sarebbe stato a suo avviso ben peggiore e non avrebbe avuto alcun senso utilizzare idranti per cercare di disperdere la folla, né tantomeno transennare la città. Il rischio resta il possibile aumento di casi Covid.