Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Migranti, Sea Watch: "Assegnato porto sicuro a Trapani". In Sicilia sbarcheranno 455 naufraghi

  • a
  • a
  • a

"Ci stiamo dirigendo verso Trapani, il porto sicuro assegnato dalle autorità italiane. Le persone che abbiano soccorso sono molto provate ma felici di sapere che presto potranno sbarcare". Con questo tweet liberatorio Sea Watch 4 annuncia lo sbarco in Italia per le 455 persone a bordo  e recuperate in mare nelle ultime ore. Tra poco dunque raggiungerà la costa siciliana di Trapani e i migranti saranno messi in sicurezza.

 

 

Incessante la richiesta da parte della Ong di trovare un porto. "Le condizioni su Sea Watch 4 sono difficili, fa freddo, tira vento e le onde alte bagnano i naufraghi. Però c’è solidarietà a bordo e ci si aiuta l’un l’altro" aveva scritto sempre su twitter l'Ong che nelle ultime 72 ore, in sei salvataggi diversi, aveva recuperato in mare 455 persone. "Essere scampati alla morte in mare e alla cattura dei libici dà forza e speranza. Speriamo di poter sbarcare presto" si leggeva nel precedente tweet al via libera per attraccare in Sicilia. E ancora: "I nostri ospiti e l’equipaggio sono esausti. Tuttavia, l’umore è positivo. Siamo colpiti dalla forza e dalla perseveranza di queste persone! Perché anche se hanno vissuto cose terribili, cantano e ballano e supportano l’equipaggio ovunque possono. Non stiamo chiedendo un favore, i diritti umani non sono un favore né un atto di carità. Le persone a bordo della nostra nave hanno dei diritti e devono essere rispettati. Hanno bisogno di un porto sicuro, e ne hanno bisogno ora" spiegava il portavoce.

 

 

Non è invece purtroppo sfuggita alla tragedia del mare un'imbarcazione nel Mediterraneo. C'erano cinquanta migranti a bordo, alcuni di nazionalità egiziana, e sarebbero morti al largo della Libia nel naufragio di un barcone. È quanto riferisce la Mezzaluna Rossa libica, citata in un tweet da Al Arabya.