Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, variante indiana in Veneto. Padre e figlia infettati dopo bagno nel Gange

  • a
  • a
  • a

Avevano partecipato a un pellegrinaggio induista immergendosi nel Gange. Due casi di variante indiana sono stati scoperti in Veneto, nel Vicentino. Si tratta di un uomo e della sua figlia. Nei giorni scorsi avevano partecipato, riferisce il Gazzettino.it, al pellegrinaggio di Kumbh Mela. Lo ha confermato il sindaco di Villaverda, il paese dove risiedono i due, Ruggero Gonzo parlando alla testata. Secondo una prima ricostruzione padre e figlia sono rientrati dall'India il 7 aprile atterrando a Bergamo, poi hanno preso un taxi per tornare a casa. "Diligentemente hanno segnalato la cosa al sito dell'Ulss 7 chiedendo di fare il tampone - racconta il primo cittadino- Lo hanno fatto il 14 aprile: il padre e la figlia sono stati trovati positivi alla variante indiana mentre per la madre, asintomatica, si stanno ultimando gli accertamenti. Stanno tutti bene".

Il sindaco riferisce al Gazzettino di essere in contatto costante con la famiglia: "Ci ha impressionato che fossero partiti per l'India con un tampone negativo - rileva - e siano tornati infettati dalla variante che ha contagiato mille persone in 24 ore". La situazione, rassicura il primo cittadino, è sotto controllo: "Per fortuna il cittadino indiano ha seguito le nostre regole sanitarie - conclude - e questo ci fa stare sereni sul fatto che la pandemia non si diffonderà".

 

 

Nelle scorse ore si era diffusa anche la voce di altri due casi di positività alla variante indiana nel Veneziano ma l'Ulss Serenissima dice che nel territorio di competenza non vi è alcun contagio confermato alla variante indiana. "Se la variante indiana di Sars-CoV-2 è stata trovata in Veneto, vuol dire che è già ampiamente diffusa anche altrove. Perché il nostro Paese ha una bassissima capacità di sorveglianza, non ha la sensibilità necessaria per intercettare tempestivamente", ha detto il professor Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell'università di Padova.