Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Denise Pipitone, "Chi l'ha visto?" e le intercettazioni inedite del giorno della scomparsa

  • a
  • a
  • a

La trasmissione di Rai 3 "Chi l'ha visto?", ha affrontato - cpsì come annunciato, il caso Denise Pipitone. Sono state proposte le intercettazioni inedite del giorno della scomparsa. Si tratta di conversazioni telefoniche che gli inquirenti non avrebbero mai considerato.

 

 

La partenza è data da un verbale redatto dalla Questura di Trapani il 2 settembre 2004, il giorno dopo la scomparsa di Denise da Mazara del Vallo. La polizia e i carabinieri erano convinti di aver visitato la casa di Anna Corona, ma in realtà avevano ispezionato un altro appartamento, diverso da quello abitato dalla prima moglie di Pietro Pulizzi, il papà naturale di Denise.

In tribunale, Alice Pulizzi, sorella di Jessica, aveva spiegato che i carabinieri erano rimasti solo al piano di sotto e non a quello di sopra, abitato da Anna Corona. L'unica casa in cui le forze dell'ordine non riescono a entrare è proprio quella di Anna Corona, che li aveva fatti entrare in un appartamento diverso dal proprio.
"In tutta questa storia ci sono state solo lacune e depistaggi, che col tempo non sono state chiarite ma sono addirittura diventate più oscure", ha detto Piera Maggio, mamma di Denise, in collegamento con lo studio di Chi l'ha visto?. "Ho saputo della scomparsa di Denise alle 12.30 e sono arrivata a casa poco dopo, trovando già le forze dell'ordine sotto casa".

 

 

Quindi ecco una telefonata partita da un magazzino di via Rieti, a Mazara del Vallo, e diretta all'utenza della madre di Anna Corona. L'orario è quello di un'ora dalla scomparsa di Denise. Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, ha spiegato: "La signora Lo Cicero, madre di Anna Corona, ha spiegato di aver ricevuto una telefonata dalla figlia che le diceva di tornare a casa perché era successo qualcosa. Abbiamo seguito i tabulati telefonici, c'è una sola telefonata che viene ricevuta da quell'utenza e abbiamo individuato via Rieti".