Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Colleferro, giovane di 17 anni pestato. Caccia all'Audi degli aggressori. Oggi gli interrogatori dei due fermati

  • a
  • a
  • a

"A picchiarmi sono stati più di due. Mentre ero a terra urlavano verso di me che in questo paese non dovevo venirci più". E' il racconto del  17enne che sabato 17 aprile è stato pestato a Colleferro, dove a settembre fu ucciso Willy Monteiro Duarte, ha fornito agli inquirenti. Infatti la polizia, stando a quanto riferisce Leggo, sta cercando l'Audi con la quale gli aggressori si sono allontanati. Aggressori che potrebbero essere più di due. Ci sarebbe un video girato da alcuni testimoni, prima postato su social poi rimosso, che riprende l'auto in zone dove ci sono stati altri pestaggi. 

 


Per ora ci sono due fermati: Lorenzo Farina e di Cristian Marozza che sono nel carcere di Rieti con l’accusa di lesioni gravi in concorso con l’aggravante dei motivi futili e abietti. L’interrogatorio, davanti al gip del tribunale di Velletri, si svolgerà in videoconferenza oggi martedì 20 aprile. L'aggressione dovrebbe essere collegata a un altro raid avvenuto il mese scorso

 

 

Uno dei due giovani fermati per l’aggressione di Colleferro aveva compiuto già un mese fa un raid nei confronti di un amico del 17enne pestato sabato scorso. Si tratta di Lorenzo Farina, come si spiega nel richiesta di convalida del fermo della Procura di Velletri. "Farina si era già reso protagonista di un’aggressione a Segni" ai danni di un amico del 17enne, già coinvolto anche in questo primo episodio, come spiega il pm Giovanni Taglialatela che aggiunge: "A seguito di questa aggressione Farina aveva postato anche un filmato su Instagram". "Nel pomeriggio di sabato, riferisce la vittima del primo raid, mentre si trovava nei pressi della piazza della Repubblica, scorgeva Farina, accompagnato dal suo amico Christian Marozza, che lo avvicinava ammonendolo: 'tu sei quello di Segni…Non ti avevo avvertito che non saresti dovuto venire più a Colleferro'". "Nasceva un assembramento spontaneo con il sopraggiungere di amici del Farina e del Marozza che cercavano di calmare soprattutto Farina - si legge - che del tutto improvvisamente ha sferrato un pugno in volto all’amico del 17enne spaccandogli il labbro superiore e poi colpiva la vittima con un pugno al viso facendolo cadere a terra, e subito dopo Marozza sferrava un calcio al volto del minorenne che veniva spinto su una autovettura parcheggiata".