Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fabrizio Corona esce dal carcere e torna agli arresti domiciliari

  • a
  • a
  • a

Fabrizio Corona torna agli arresti domiciliari. Esce dal carcere di Monza. E' stata accolta dal Tribunale di sorveglianza di Milano la richiesta dei suoi difensori di sospendere l'esecuzione del provvedimento che gli era costato un nuovo trasferimento nell'istituto di detenzione, avvenuto tra l'altro dopo prelievo delle forze dell'ordine in una fase di altissima tensione. Gli avvocati Ivano Chiesa e Antonella Calcaterra avevano presentato il ricorso contro il provvedimento. Sarebbero state accolte le segnalazioni sullo stato di salute mentale dell'ex fotografo dei vip che avrebbe bisogno di cure fuori dall'ambiente carcerario. 

Era stato lo stesso Tribunale di Sorveglianza di Milano (un altro collegio) a revocare i domiciliari per una serie di violazioni, domiciliari che erano stati concessi nel dicembre del 2019 proprio per una patologia psichiatrica. La revoca era stata contestata duramente dai legali di Fabrizio Corona. L'avvocato Ivano Chiesa l'aveva fatto in maniera molto pesante anche durante alcune trasmissioni televisive, in particolare Non è l'Arena, il talk di La7 condotto da Massimo Giletti. Ma anche la mamma di Corona aveva protestato e criticato la giustizia. Non solo, Corona prima del nuovo arresto, si era ferito da solo e aveva pubblicato sui social un video in cui era insanguinato. 

I giudici ora spiegano che il provvedimento dello scorso mese di marzo non è stato adeguatamente motivato e hanno quindi deciso di sospendere il differimento della pena, aspettando che si pronunci la Cassazione. Sembra inoltre che venga fatto riferimento proprio ai gesti autolesionistici delle ultime settimane. Fabrizio Corona, inoltre, aveva anche sospeso la sua alimentazione per far focalizzare l'attenzione sul suo caso. Sul provvedimento si farebbe notare, inoltre, che non è stata valutata la richiesta dei legali di una perizia sulla compatibilità dell'ex re dei fotografi con una detenzione in un istituto di pena. I giudici ricordano che la tutela della salute deve sempre prevalere nell'esecuzione di una pena.