Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gallicano, uccisa da colpo di pistola partito al cognato. Indagini sul possibile secondo proiettile

Esplora:
La scoperta è stata fatta dai carabinieri

  • a
  • a
  • a

Lei aveva 42 anni ed è stata uccisa da un colpo di pistola del cognato mentre era a casa della sorella. E' accaduto nel Lazio, a Gallicano, piccolo comune in provincia di Roma. Secondo la prima ricostruzione, l'uomo stava armeggiando la rivoltella quando è partito il colpo, risultato mortale per la 42enne. Secondo la prima sommaria ricostruzione, la vittima era andata a trovare la sorella e suo marito che è una guardia giurata. Sul posto sono arrivati i soccorsi, ma per la donna non c'era niente da fare: hanno solo potuto certificare il decesso. Sono giunti immediatamente anche i carabinieri del nucleo investigativo di Frascati per effettuare i rilievi, insieme ai colleghi della compagnia di Palestrina.

L'obiettivo delle indagini, naturalmente, è ricostruire con esattezza cosa è accaduto, anche perché sembra che in realtà i colpi partiti siano stati due, di cui uno ha centrato mortalmente la donna. L'episodio è accaduto intorno alle ore 19 di mercoledì 14 aprile. Sembra che lei fosse andata a casa del cognato per vedere la sorella. Il 52enne ha raccontato che stava pulendo la pistola per metterla a posto, quando accidentalmente sarebbe partito il colpo mortale. Ma i carabinieri ispezionando l'arma si sono accorti che mancherebbero due proiettili e quindi non solo quello risultato mortale per la 42enne. Un elemento ovviamente che è considerato non indifferente.

I carabinieri quindi stanno lavorando per cercare di capire con esattezza che cosa è accaduto all'interno dell'abitazione. Pare, tra le altre cose, che ad avvisare i militari siano stati i vicini che hanno udito i colpi di pistola e hanno immediatamente dato l'allarme. Al momento, dunque, non è esclusa alcuna ipotesi. L'uomo, che attualmente non risulta indagato, sicuramente sarà sentito di nuovo nelle prossime ore. Intanto la salma della donna è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria per l'effettuazione dell'autopsia.