Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vittorio Sgarbi in piazza con i ristoratori: "Governo di matti". Poi gli scontri con la polizia

  • a
  • a
  • a

Vittorio Sgarbi in piazza con i ristoratori che protestano contro le chiusure. Il parlamentare e sindaco di Sutri è intervenuto durante la manifestazione in piazza Montecitorio poco prima degli scontri tra i partecipanti alla protesta e la polizia nel pomeriggio di martedì 6 aprile. Sgarbi ha ripetuto ciò che va dicendo da mesi sui divieti imposti prima dal governo Conte poi da quello Draghi per cercare di contenere la pandemia: "E' un governo di pazzi, di matti,  che in nome della vostra salute fa il vostro danno", ha arringato dal palco davanti ai ristoratori provati da mesi di chiusure. "Fingono di fare il vostro bene e fanno soltanto il vostro male", ha urlato. (clicca qui per vedere il video). Poi Sgarbi ha inviato i manifestanti a non scontrarsi con la polizia ed ha gridato insieme a loro "Libertà, Libertà, Libertà". Subito dopo ha ricordato la sua battaglia, a tratti quasi solitaria, contro le misure anti Covid: "Qualcuno in parlamento si è ribellato, io l'ho fatto da solo e per istinto umano", ha detto Sgarbi incassando l'applauso dei ristoratori presenti in piazza Montecitorio aggiungendo "Gli altri sono traditori dell'uomo, traditori della democratica, traditori della vita. Sono deputato della morte".

 

Poco dopo in piazza ci sono stati degli scontri.  Alcune decine di persone hanno tentato di forzare il cordone delle forze dell'ordine, venendo respinte duramente. Molti dei manifestanti presenti non indossavano la mascherina.

 

“Seguo con preoccupazione gli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine in corso a Roma: esprimo tutta la mia solidarietà al poliziotto rimasto ferito durante i disordini di Piazza Montecitorio, ogni forma di violenza non potrà essere tollerata. Ora però il Governo deve concentrare ogni sforzo, oltre al piano vaccinale, sul Decreto Sostegni bis di Aprile: subito nuovi ristori per le attività economiche chiuse o penalizzate dalle recenti restrizioni, nuovi prestiti garantiti e moratorie sui mutui, prolungamento del blocco degli sfratti, assieme a misure di indennizzo per i redditi da locazione commerciale non incassati a causa della crisi Covid. Fermiamo le inutili discussioni tra 'aperturisti' e 'chiusuristi'. Aperture e chiusure dipendono dai dati e non devono essere strumentalizzate politicamente. Concentriamoci su un obiettivo: sono necessari almeno 30 miliardi di euro per il nuovo scostamento di bilancio", È quanto afferma il sottosegretario all’Interno Sibilia, commentando gli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine seguiti al sit in di protesta in corso in piazza Montecitorio a Roma.