Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

AstraZeneca, insegnate morta dopo vaccino in Sicilia. Aifa chiamata a fare chiarezza

  • a
  • a
  • a

Un'altra morte sospetta in Sicilia che potrebbe essere messa in correlazione con il vaccino AstraZeneca. Non ce l'ha fatta Cinzia Pennino, 46 anni insegnante di scienze dell'istituto Don Bosco Ranchibile di Palermo, che si è spenta dopo un ricovero in ospedale. Una decina di giorni fa aveva ricevuto la dose del siero anglo-svedese. Tuttavia, va specificato, non c'è certezza sul legame tra il vaccino e la morte della docente. La professoressa era giunta in ospedale in condizioni critiche. La diagnosi - secondo quanto riporta Il messaggero - era una “una trombosi profonda estesa e una storia anamnestica nella quale è presente anche una somministrazione vaccinale”. “L’intera Sicilia salesiana – scrivono i colleghi di Cinzia Pennino su Facebook - piangono la scomparsa di una persona speciale, una donna eccezionale con un cuore grande come la sabbia del mare. Una donna sapiente, generosa e allegra, impegnata a pieno titolo nella missione salesiana in Sicilia e in Africa dove grazie al Vis, di cui era membro attivo, ha visitato Madagascar e Senegal”.

 

Il caso è stato già segnalato dal policlinico di Palermo alla magistratura e all'Aifa. Insomma si dovrà fare chiarezza su questa morte sospetta. "Cinzia – continuano i docenti e il personale dell'istituto scolastico – ha incarnato pienamente quello che si dice di Don Bosco; è stata madre, maestra e amica di quanti ha incontrato nel suo cammino e nelle sue svariate attività. Madre di tanti bambini e ragazzi conosciuti nell’oratorio di Santa Chiara a Palermo, ma anche nelle varie missioni in Africa".

 

 

Una morte destinata a riaccendere i riflettori sul tema degli effetti collaterali del vaccino Astrazeneca. Solo qualche giorno fa l'organizzazione mondiale della sanità ha confermato la sicurezza del farmaco considerando marginali di casi avversi che si sono verificati nel mondo. Diversi studi hanno confermato l'efficacia e la copertura contro il virus.