Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, in Italia ancora 380 morti e quasi 24mila nuovi casi. Il bollettino

  • a
  • a
  • a

Sono 380 i morti per Covid ufficializzati dal bollettino di oggi, sabato 27 marzo. Il totale delle vittime in Italia dall'inizio della pandemia arriva quindi a 107.636. Nella giornata di ieri i decessi erano stati 457. Leggermente meno i nuovi positivi: 23.839 contro i 23.987 del giorno prima. I casi complessivi della pandemia, dunque, aumentano ancora: si superano i 3 milioni e mezzo. Per l'esattezza 3.512.453. Purtroppo continuano a crescere anche gli attualmente positivi. Sono 5.167 in più di ieri e arrivano a 571.878. Le guarigioni, infatti, sono state 18.287 portando il numero complessivo della pandemia a due milioni 832.939. Il tasso di positività dei tamponi è del 6.7% visto che ne sono stati effettuati 357.154 (2.172 in più rispetto a ieri quando erano stati 354.982). Lo scenario non pare affatto cambiato rispetto alla settimana scorsa quando erano stati registrati 23.832 nuovi casi con un tasso di positività sempre del 6.7%.

Continua inoltre ad aumentare la pressione sugli ospedali di gran parte del Paese. Il saldo dei posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sale di 149 (ieri di 48). Complessivamente sono 28.621 i ricoverati. Nei reparti di terapia intensiva, inoltre, +7. I malati più gravi, pur sottraendo i pazienti dimessi e quelli purtroppo deceduti, diventano 3.635. Di fatto i nuovi ingressi nelle rianimazioni, nelle ultime 24 ore, sono stati 264.

Ancora una volta la regione che fa registrare il numero più alto di nuove infezioni è la Lombardia: + 4.884 (61 mila tamponi effettuati). Oltre 2 mila contagi in Piemonte (2.636), in Emilia Romagna (2.269), in Campania (2.209), in Puglia (2.008). Incremento a quattro cifre anche per il Lazio (1.825) e il Veneto (1.759). Per tutte le altre regioni aumento a tre o due cifre. Il territorio che fa registrare il minore numero di nuovi casi è il Molise che ne ufficializza 31.