Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Benno Neumair, "aveva accettato di curarsi": retroscena choc a Quarto Grado, poco dopo ha ucciso i genitori

  • a
  • a
  • a

Benno Neumair e cosa è successo poco prima dell'uccisione dei genitori Peter Neumair e Laura Perselli i cui corpi il ragazzo, ora in carcere, ha gettato nel fiume Adige (il cadavere di Peter si cerca ancora ndr). Un delitto avvenuto a Bolzano, in casa dei Neumair col figlio che ha strangolato i genitori a distanza di ore, la sera del 4 gennaio scorso. La trasmissione Quarto Grado in onda su Rete 4 venerdì 26 marzo, è tornata ad occuparsi della vicenda con alcuni servizi svelando dei retroscena, ponendo dubbi e offrendo approfondimenti.

 

Uno di questi riguarda ciò che è successo prima del delitto. La ricostruzione della trasmissione Mediaset che viene trasmessa in prima serata, riporta la testimonianza dei vicini di casa dei Neumair, Vicini che erano a conoscenza dei problemi dei Neumair con Benno. E viene fuori ciò che è successo il 30 luglio, Peter, Laura e la sorella erano in agitazione perché Benno aveva avuto una crisi: voleva tornare in Germania dalle ex fidanzata rischiando una denuncia per stalking perché aveva avuto il divieto di avvicinarla. I Neumair erano stato costretti a chiamare i carabinieri che erano arrivati con una ambulanza, riferisce il vicino nella sua testimonianza. Secondo la fonte, per evitare che prendessero poi delle misure nei suoi confronti di Benno, si sono presi la responsabilità di averlo ancora in casa.

 

 

Dormivano in camera chiusi a chiave e un nuovo litigio c'era stato il primo gennaio. Litigi quotidiani. Il primo gennaio, la coppia nonostante il litigio si dimostra felice. Il vicino racconta: "Benno si era dichiarato disponibile a metà gennaio, a sottoporsi a terapia psichiatrica." Tre giorni più tardi, Benno avrebbe ucciso i genitori. Un delitto che secondo Benno è arrivato al termine di un altro litigio con il padre, poi una volta rincasata la mamma, ha strangolato anche lei.