Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto dopo Astrazeneca, l'autopsia: "Nessun legame con il vaccino. Problema cardiaco improvviso"

  • a
  • a
  • a

Non ci sarebbe alcun collegamento evidente tra il vaccino Astrazeneca e la morte dell'insegnante di Biella, Sandro Tognatti, 57 anni, musicista, deceduto 14 ore dopo la somministrazione del siero anti Covid. Il decesso sarebbe stato causato da un improvviso attacco cardiaco e non ci sono indizi che lo mettano in relazione con il vaccino. E' il risultato dell'autopsia che è stata effettuata dal medico legale, il dottor Roberto Testi, in presenza di un consulente della famiglia: l'esame non ha evidenziato trombi. Stando a quanto riporta Repubblica, il cuore e gli altri organi "si presentavano in un apparente stato di salute. Per ora non ci sono neppure segni evidenti che correlino il decesso con la somministrazione del vaccino".

Naturalmente ulteriori risposte arriveranno dai risultati degli esami istologici che sono attesi nei prossimi giorni. Secondo i sanitari è evidente che l'uomo era in ottime condizioni di salute, così come aveva dichiarato ai medici nel questionario sostenuto prima del vaccino. Quindi al momento l'ipotesi dei medici per il decesso è quello di una "morte cardiaca improvvisa". Insieme all'insegnante era stata vaccinata anche la moglie Simona Riussi, insegnante di musica alle scuole medie, che è in buone condizioni di salute. Nell'occasione, inoltre, il farmaco Astrazeneca era stato somministrato anche alla figlia che ha 23 anni e che dopo gli studi di musica, sta insegnando alle scuole elementari.

Vaccinati e in buona salute anche i genitori: il padre Sergio di 85 anni e la mamma di 81 che si chiama Lina. Dopo il decesso di Sandro Tognatti, era stata la pm capo Teresa Angela Camelio a ordinare lo svoglimento degli esami necroscopici e a disporre il sequestro dell'intero lotto di Astrazeneca. Nella giornata di ieri, lunedì 15 marzo, il governo ha poi sospeso per cautela la somministrazione del siero in tutte le regioni italiane, così come hanno fatto altri Paesi.