Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ivrea, muore impiccata ragazzina di 12 anni. Ipotesi sfida folle su Tik Tok

  • a
  • a
  • a

Una ragazzina di 12 anni è stato trovata impiccata in casa e torna l'ombra delle sfide folli sui social. Il dramma è avvenuto questa mattina, 15 marzo, a Borgofranco di Ivrea in Piemonte. La bambina è stata trovata priva di vita dal padre che ha dato l'allarme. Ma quando sono arrivati i soccorsi era già troppo tardi. Il cuore della dodicenne aveva già smesso di battere.
Le indagini sono seguite dai carabinieri della Compagnia di Ivrea che, su mandato della Procura, hanno sequestrato il cellulare e il computer della ragazzina. La paura è che non si sia trattato di un suicidio ma di una sfida mortale come quelle che nei mesi scorsi sono emerse sul social Tik Tok. Ci sono elementi simili a quello che è accaduto a Palermo a gennaio quando una bambina di 10 anni era morto impiccata nel bagno. E' una delle piste seguite dagli investigatori, ma non l'unica.

 

 

Secondo quanto riporta Repubblica.it uno zio della ragazzina si è sfogato: "E' colpa di quel social network che hanno i ragazzini, TikTok". Non crede all'ipotesi del gesto volontario, del suicidio insomma: "No, non lo avrebbe mai fatto, era una ragazzina senza nessun problema. Solo ieri abbiamo parlato di quello che avrebbe voluto studiare alle superiori". La ragazzina usava il cellulare, come tutti i coetanei, e da quello che sembra aveva anche Tik Tok. Lo zio è sicuro, la morte della nipote deve avere a che fare con qualcosa legato ai social: "E' vero le indagini sono in corso. Per fortuna siamo riusciti a sbloccare il cellulare e lo abbiamo consegnato ai carabinieri che indagano. Ma non riesco a trovare nessuna altra spiegazione. Ieri ci siamo visti tutti insieme, abbiamo parlato. Era tranquilla. Purtroppo questo non è un bel periodo perché un mese fa è mancato anche il nonno e ieri abbiamo celebrato la messa di trigesima".

 

Potrebbe trattarsi dunque di una delle folli sfide che circolano sul social più amato dai ragazzini. le chiamano lo chiamano Blackout challenge o hanging challenge. Da quello che si è appreso la ragazzina non ha lasciato biglietti o messaggi.