Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Vaticano no dice alla benedizione delle coppie omosessuali

  • a
  • a
  • a

Il Vaticano dice no alle benedizioni per le coppie gay.  Al quesito proposto: “La Chiesa dispone del potere di impartire la benedizione a unioni di persone dello stesso sesso?”, si risponde, “negativamente”. La risposta arriva tramite il responsum della Congregazione per la Dottrina della Fede ad un dubium, la prassi utilizzata La prassi in uso da anni all’ex Sant’Uffizio per dare una sorta di linea guida.

Secondo quanto riporta Repubblica.it la risposta è arrivata dopo che specialmente nel Nord Europa si è diffusa la prassi di benedire le coppie dello stesso sesso. Il Vaticano ha risposto che non si può fare tramite il dicastero guidato dal cardinale Luis Ladaria e dall’arcivescovo Giacomo Morandi. Al "verdetto" è allegata una nota esplicativa.  Il responsum, è stato spiegato, è uscito dopo che Francesco è stato informato “e ha dato il suo assenso alla pubblicazione”. Nella risposta si legge che si  “dichiara illecita ogni forma di benedizione che tenda a riconoscere le loro unioni”. Tre i motivi principali sui quali si basa la riposta. Il primo è Il primo è dato “dalla verità e dal valore delle benedizioni” e dunque "una benedizione su una relazione umana richiede che essa sia ordinata a ricevere e ad esprimere il bene che le viene detto e donato”. Il secondo motivo è legato all'unione tradizionale tra uomo e donna. "Qualsiasi unione che comporti un esercizio della sessualità fuori del matrimonio, la qual cosa è illecita dal punto di vista morale, secondo quanto insegna l’ininterrotto magistero ecclesiale”. Il terzo motivo è dato “dall’errore, in cui si sarebbe facilmente indotti, di assimilare la benedizione delle unioni di persone dello stesso sesso a quella delle unioni matrimoniali”.

 

Dunque per il Vaticano “la benedizione delle unioni omosessuali non può essere considerata lecita”. Ma nel responso si specifica che questo divieto “che non pregiudica in alcun modo la considerazione umana e cristiana in cui la Chiesa tiene ogni persona.