Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è l'Arena, le drammatiche immagini dell'arresto di Fabrizio Corona. L'avvocato: "Ecco cosa è accaduto per il suo telefonino"

  • a
  • a
  • a

"Sono 35 anni che faccio l'avvocato penalista e non ho mai fatto così tanta fatica a difendere un imputato. Ora sono stanco. Sono stanco". Sono parole di Ivano Chiesa, avvocato di Fabrizio Corona, durante Non è l'Arena, il talk condotto da Massimo Giletti su La7. L'avvocato ha denunciato quello che ritiene un accanimento nei confronti di Corona: "Ho difeso gente imputata di omicidio, traffico internazionale di stupefacenti, 416 bis e non ho mai fatto fatica a difendere nessuno così tanto come con lui. E' impressionante. Adesso sono stanco. E' una vicenda iniziata otto anni fa. Io so tutto, anche quello che non avete mai letto. Queste cose vanno sottolineate e stigmatizzate". (Clicca qui per ascoltare l'intervento dell'avvocato durante Non è l'Arena).

Durante la trasmissione Massimo Giletti ha mandato in onda il video messaggio che Fabrizio Corona ha realizzato poco prima di ferirsi ed essere portato via dalla polizia: "Ho fatto il mio mestiere, mi sono comportato onestamente". Corona davanti alla telecamera sostiene che viene preso di mira perché ha scritto il libro ed è andato in televisione. E ancora: "Io non ho neanche le due ore d'aria perché sono Corona". (Clicca qui per il video di Fabrizio Corona prima dell'arrivo degli agenti di polizia).

Durante la trasmissione Massimo Giletti ha mandato in onda il video dell'arresto di Corona. Ed è stato l'avvocato a spiegare cosa è accaduto: "Un poliziotto aveva preso il suo telefono senza alcun motivo. Abbiamo chiesto la restituzione. Quando Fabrizio se ne è accorto ha dato in escandescenze". A quel punto è stato necessario l'intervento di tutti gli agenti di polizia per immobilizzarlo. Ha anche colpito con un pungo uno dei vetri dell'ambulanza che era giunta sul posto, mandandolo in frantumi. Tutto mentre in strada non c'erano solo suoi amici e parenti, oltre alla polizia, ma anche passanti che si erano fermati ad osservare. (Clicca qui per vedere l'arresto di Fabrizio Corona).