Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, mascherine Ffp2 non in regola. Ecco quali non hanno superato i test indipendenti

  • a
  • a
  • a

I test indipendenti confermano i sospetti. Molte delle mascherine Ffp2 messe in commercio in Italia non sono a norma. Lo riferisce il Corriere della Sera che richiama una serie di esami svolti in maniera autonoma da un gruppo di imprese italiane che si ritengono danneggiate dai prodotti messi in commercio in Italia. Il caso era iniziato un paio di settimane fa quando un gruppo di imprese altoatesine aveva segnato che molti dei dispositivi che sono arrivati in Italia, pur avendo il marchio CE, no rispondevano agli standard di sicurezza.
Diversi di questi modelli che non hanno superato i test hanno un codice - CE2163 - che fa riferimento a un ente certificatore turco. Sono circa una settantina le aziende europee che si sono rivolte all'ente, tra le quali diverse italiane. Ma nessuno dei modelli di imprese della Penisola è risultato non a norma.

Alcuni modelli in commercio con quel marchio sono stati esaminati in un laboratorio indipendente cinese su richiesta di una società di import-export: sono state rilevate anomali in quasi tutti i modelli, tutti prodotti in Cina. Risultati confermati da un laboratorio accreditato di Guangdong e da un altro spagnolo. "Questo — va ribadito — non significa che tutti i modelli marchiati CE2163 siano fuori norma, anzi con quel codice si trovano mascherine di altissima qualità", si specifica nel servizio del Corriere della Sera dove si fa l'elenco dei modelli che non hanno superato almeno due test indipendenti: Aixine aix m031, Whenzhou Opticar FFP2, Grdlight Ffp2,Meizhuangchen Ffp2, Ydao Ffp2, Max 02, JY Ffp2.

 

I test sono stati filmati e i video sono stati acquisiti anche dalle autorità europee che indagano sulla presunta contraffazione che sarebbe avvenuto lungo l'asse Italia-Cina. Sono arrivate anche le parole del direttore generale di Universalcert, Osman Camci, si era difeso così: "Sono le aziende a dover garantire la conformità del prodotto. Non è possibile per nessun Ente Certificatore verificare ogni singola mascherina sul mercato". Una delle ipotesi è che il marchio sia stato messo in maniera illegale.