Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bolzano, coniugi uccisi: Benno Neumair pronto a volare in India. La confessione all'amica

  • a
  • a
  • a

Coniugi Neumair uccisi a Bolzano. Emerge un retroscena riportato dal quotidiano Alto Adige. In carcere per il duplice omicidio e occultamento dei cadaveri, c'è il figlio di Peter Neumair e Laura Perselli, Benno Neumair.

 

 

Benno, 30 anni, è attualmente detenuto sulla base di tutte e tre le esigenze cautelari: pericolo di reiterazione del reato, di inquinamento delle prove e di fuga. In un primo momento è stato indagato a piede libero con l'accusa di omicidio e occultamento di cadavere (il delitto è avvenuto il 4 gennaio scorso).

In merito al pericolo di fuga, è emerso che Benno aveva manifestato l'intenzione, una ventina di giorni dopo l'omicidio, di volersene andare in India: lo aveva detto ad una sua amica che vive in Germania, e che ha confermato questa circostanza agli inquirenti.

 

 

La difesa ha però sempre sostenuto che, se Benno avesse voluto veramente fuggire, avrebbe benissimo potuto farlo visto che fino al 29 gennaio, data del suo arresto, era un uomo libero. Il ragazzo per diverse settimane prima da indagato e poi arrestato, si è dichiarato innocente. Poi c'è stato il colpo di scena dopo che nell'Adige è stato ritrovato il corpo della madre Laura Perselli (con segni di strangolamento come si è appreso dalle indiscrezioni sull'autopsia). Il cadavere del padre Peter, a lungo ricercato nello stesso fiume, ancora non è stato trovato. Nei giorni scorsi Benno ha confessato di aver ammazzatto i genitori.

"La confessione è avvenuta dopo un forte ed intenso crollo psicologico", ha affermato Flavio Moccia, legale di Benno Neumair, spiegando il clamoroso colpo di scena da parte del suo assistito, che ha ammesso di aver ucciso i genitori, Peter Neumair e Laura Perselli. Moccia ha annunciato che ora ci sarà un incidente probatorio per stabilire la capacità di intendere e volere di Benno.