Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sanremo, bar resta aperto per protesta e i clienti sfidano gli agenti. Cori e momenti di tensione

  • a
  • a
  • a

E' stata sfiorata la rissa a Sanremo per le restrizioni a causa del Covid 19. Un bar, infatti, ha dato vita ad una clamorosa iniziativa di protesta proprio nel centro della città che sta ospitando la 71esima edizione del Festival della canzone italiana. Il gestore del locale ha continuato a servire aperitivi oltre l'orario limite delle 18. Sul posto sono intervenuti una dozzina di uomini tra vigili e poliziotti, ma una sessantina di persone presenti si sono scatenate con cori di sostegno a favore del barista. "La gente vuole lavorare, voi avete lo stipendio sicuro", oppure "Lo stipendio ve lo paghiamo noi", hanno urlato i presenti nei confronti degli uomini delle forze dell'ordine.

E non è finita qui. I partecipanti alla protesta hanno organizzato una colletta simbolica. Hanno raccolto cinque euro a testa tra i presenti, soldi offerti proprio al barista per pagare la probabile multa per la violazione delle misure restrittive. Nella centralissima via Corradi, tra i cori da stadio a cui hanno dato vita i cittadini presenti, è stato urlato anche quello di "lavoro, lavoro, lavoro". Una situazione difficile da gestire ovviamente per gli uomini delle forze dell'ordine. Tra i titolari dei bar e dei ristoranti di Sanremo, nelle ultime ore il malumore è cresciuto notevolmente. Nella giornata di ieri, mercoledì 3 marzo, una ordinanza regionale restrittiva legata all'andamento dei contagi, è stata una vera e propria mazzata per chi sperava di lavorare di più grazie al Festival.

Tra i ristoratori alcuni hanno annunciato che devolveranno le derrate alimentari che hanno acquistato e che però non potranno utilizzare a causa dell'aumento delle restrizioni. La rissa sfiorata per la vicenda del bar aperto, è l'ennesima spia della difficile situazione sociale che sta vivendo il Paese dove a soffrire sono soprattutto i piccoli imprenditori e i dipendenti di attività private. Clicca qui per vedere il video.