Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, feste clandestine a Roma: denunciata una donna, 35 sanzioni

  • a
  • a
  • a

C'è chi nonostante la diffusione del Covid e l'aumento del numero dei morti a causa della pandemia, continua a violare le restrizioni e addirittura ad organizzare feste e cene. Due party clandestini nella notte tra sabato 27 e domenica 28 febbraio in centro a Roma e a Trastevere. Le feste sono state organizzate una in una casa vacanza vicina a piazza Navona e l'altra in un appartamento privato. La prima segnalazione per la musica ad alto volume e diverse persone presenti, è arrivate ai militari poco dopo la mezzanotte.

In una casa che normalmente viene affitatta ai turisti di via dell’Orso, i carabinieri della compagnia Roma centro hanno sorpreso ben 15 giovani, che in un primo momento si erano rifiutati di aprire la porta per farsi identificare. Intorno alle 2 di notte è arrivata anche la proprietaria dell’immobile e solo dopo aver capito che i carabinieri erano in possesso delle chiavi, una delle persone presenti alla festa, una 34enne romana ha aperto la porta parandosi davanti ai carabinieri nel tentativo di impedire loro di entrare nell'abitazione. La donna ha anche spinto e insultato ripetutamente i militari.

Per questo motivo è stata poi condotta in caserma e denunciata a piede libero per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e sanzionata assieme alle altre 14 persone per la violazione delle norme anti Covid 19. Sempre dopo la mezzanotte, i carabinieri della compagnia Roma Trastevere sono intervenuti con diverse pattuglie in una casa in via Garibaldi. Anche in questo caso era stata segnalata la presenza di un party con musica ad alto volume. I militari in questo caso hanno sorpreso 20 persone intente a festeggiare, in violazione delle norme anti Covid 19. La festa è stata immediatamente interrotta e le persone presenti sono state sanzionate. Nonostante i drammatici dati legati alla pandemia e i rischi di contagi sempre più estesi e nuove vittime, c'è chi continua volutamente ad ignorare le restrizioni per cercare di limitare la diffusione del Covid