Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bolzano, coniugi uccisi: indagata un'altra amica di Benno Neumair

Per questa terza persona la Procura ha già chiesto l'archiviazione al gip

  • a
  • a
  • a

Anche oggi, giovedì 25 febbraio 2021, nessuna traccia del corpo di Peter Neumair nel fiume Adige, I sub specializzati dei carabinieri lo cercheranno per altri giorni ancora nel fiume dove è stato ritrovato il cadavere della moglie, Laura Perselli. Secondo le indiscrezioni dell'autopsia morta strangolata. Per il delitto dei coniugi di Bolzano, è in carcere il figlio Benno Neumair, 30 anni, Per gli inquirenti li ha ammazzati in tempi diversi e poi ha occultato i cadaveri gettandoli nel fiume. Benno continua a dichiararsi innocente e dopo essersi stretto nel silenzio ha ora deciso di parlare e verrà presto interrogato. 

 

 

Nell'indagine per l'omicidio e l'occultamento dei cadaveri della coppa di Bolzano, fa sapere altoadige.it  era stata iscritta nel registro degli indagati anche una terza persona oltre a Benno e alla sua amica. Per questa terza persona, la Procura ha già chiesto l'archiviazione al gip. Si tratterebbe, secondo la fonte, di un'altra amica di Benno Neumair, una giovane che era stata indagata per favoreggiamento, come atto dovuto,  in fase d'indagine.

La notizia della terza persona indagata è trapelata solo con la richiesta di archiviazione, presentata ora dalla Procura, e che sarà vagliata dal gip.
La richiesta indica chiaramente che secondo gli inquirenti questa seconda amica di Benno Neumair non avrebbe avuto alcun ruolo penalmente rilevante nella vicenda, ma avrebbe solo frequentato Benno per un periodo in tempi recenti.

 

 

Resta invece formalmente indagata l'altra amica di Benno, quella che lavò i suoi vestiti la notte del 4 gennaio nella sua casa di Ora. Vestiti che poi sono stati consegnati dalla ragazza agli inquirenti dopo che questa si è rivolta a un avvocato. Il 4 gennaio è il giorno della scomparsa di Peter e Laura e da Bolzano a Ora per andare dall'amica, Benno avrebbe impiegato più tempo del previsto: secondo gli inquirenti quello necessario per gettare i corpi da un ponte sul fiume Adige.