Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coniugi uccisi, sub cercano il corpo di Peter Neumair nell'Adige: recuperati alcuni oggetti

  • a
  • a
  • a

Nuovi elementi sul caso dei coniugi uccisi a Bolzano. I sub specializzati dei carabinieri cercano nel fiume Adige il corpo di Peter Neumair, Lo hanno fatto ieri e lo faranno nella giornata di oggi, domenica 21 febbraio.  Secondo quanto riporta Altoadige.it, viene fatto un attento lavoro  per scandagliare ogni centimetro di fondale sotto il ponte Ischia-Frizzi, quello da cui si ipotizza che Benno, il figlio di Peter e di Laura Perselli, abbia gettato i corpi dei genitori, dopo averli uccisi.  Il corpo della donna è stato ritrovato nelle acque del fiume i giorni scorsi e secondo le indiscrezioni trapelate, l'autopsia avrebbe rivelato che sarebbe stata strangolata.

 

 

A immergersi nelle acque e passare al setaccio un breve tratto di fiume, ieri c’erano i sub del centro carabinieri sommozzatori di Genova Voltri. Sull’esito delle ricerche viene mantenuto il massimo riserbo, ma anche se è chiaro che del povero Peter non sia stata ancora trovata traccia, i sub - secondo quanto riferisce la fonte - hanno prelevato dal letto del fiume alcuni piccoli oggetti. Questi sono stati subito consegnati ai colleghi a terra. Di cosa si trattasse non è dato sapere, ma sono stati portati ed esaminati al comando provinciale di via Dante. Le operazioni si sono concluse alle 16, quando il sole è sceso dietro la montagna, e i militari hanno iniziato a riporre le attrezzature. Ma sono previste altre ricerche in giornata e la speranza, forse l'ultima, è quella di trovare il corpo dell'uomo.

 

Sul fronte delle indagini sono emersi intanto i tentativi di depistarle da parte di Benno Neumair, 30 anni, in carcere con l'accusa di avere ammazzato i genitori e di averne occultato i cadaveri. Il ragazzo continua a dichiararsi innocente.

Secondo gli inquirenti nelle ore immediatamente successive la scomparsa dei suoi genitori, ha voluto rendere più problematico possibile il ritrovamento dei cadaveri di papà Peter e mamma Laura sperando nell’azione del fiume Adige. Ora altri tentativi per trovare il corpo di Peter nell'Adige. Vedremo gli esiti odierni.