Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Droga e criminalità, maxi operazione della polizia in tutta Italia: 160 arresti

  • a
  • a
  • a

Maxi operazione della polizia contro la criminalità e il traffico di droga. Dalle prime ore dell'alba del 9 febbraio gli agenti stano eseguendo 160 arresti  in sei distinte operazioni sul territorio nazionale. Oltre 750 i poliziotti impegnati impegnati. Le indagini sono state coordinate dal servizio centrale operativo della direzione centrale anticrimine hanno permesso di colpire diverse organizzazioni criminali.

Nel dettaglio, sono 80 gli arresti in corso a Roma, Salerno e Milano nei confronti di appartenenti a diversi sodalizi criminali operanti in quei territori, dediti allo smercio di droga. Contestualmente a Reggio Emilia e Catania sono 70 le misure cautelari a carico dei responsabili di reati contro il patrimonio, furti e rapine. Infine a Lecco è stata disarticolata una organizzazione mafiosa composta da appartenenti alla 'Ndrangheta calabrese operanti in Lombardia; sono 10 le catture in corso per associazione a delinquere di stampo mafioso. Il prefetto Francesco Messina, direttore centrale anticrimine della polizia, ha dichiarato che tutte le strutture investigative della polizia - squadre mobili, reparti prevenzione crimine e servizio centrale operativo, in sinergia con l’autorità giudiziaria - sono costantemente impegnate nel monitoraggio dei fenomeni criminali al fine di poterli individuare e neutralizzare.

 

L'operazione più significativa in Campania. La squadra mobile di Salerno sta eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip, nei confronti di 45 indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. La polizia  ha disarticolato un'organizzazione criminale radicata su tutto il territorio della provincia campana, con ramificazioni anche nell’hinterland napoletano. Secondo quanto ricostruito l'attività di spaccio del gruppo in questione non si è fermata durante il lockdown e in presenza delle misure di contenimento adottate per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del Covid: ha invece contribuito a foraggiare l’ambiente della criminalità nel periodo di limitazione della mobilità e della relativa riduzione della commissione delle altre tipologie di reato.