Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bolzano, coniugi scomparsi: 200 uomini cercano i corpi nell'Adige: il fiume "svuotato" | Video

  • a
  • a
  • a

A Pomeriggio 5 nuovo collegamento da Bolzano per fare il punto sulle indagini della scomparsa dei coniugi Neumair. Domani, sabato 6 febbraio 2021, circa 200 uomini daranno vita a una imponente ricerca sul fiume Adige dove è previsto anche un abbassamento delle acque.

 

Nel corso della trasmissione di Canale 5 condotta da Barbara d'Urso, l'inviata della trasmissione ha parlato con l'ispettore dei Vigili del fuoco di Bolzano: "Verrà abbassato il livello del fiume Adige per facilitare le ricerche dei corpi di Peter e Laura. Mai fatta una ricerca così con l'abbassamento del livello. Una grande ricerca quella di domani e pensiamo sia l'ultima. Partiremo con 14 corpi dei vigili del fuoco, 200 persone che andranno a piedi sulle sponde dell'Adige. Poi barche e gommoni in acqua", spiega l'ispettore dei vigili del fuoco intervistato da Pomeriggio 5.

Gli inquirenti ritengono quindi che i corpi di Peter e Laura siano nel fiume e secondo l'accusa a gettarli in acqua dopo averli uccisi è stato il figlio Benno, 30 anni, ora in carcere dopo essere stato indagato a piede libero e che si proclama innocente.

 

 

Sul ponte non lontano da casa sono state trovate tracce di sangue riconducibile a Peter, ed è questo uno degli indizi che spinge gli inquirenti a cercare ancora nel fiume i corpi dei Neumair dei quali non si hanno più notizie dallo scorso 4 gennaio. L'ultimo ad averli visti è stato proprio Benno. Secondo l'accusa il figlio avrebbe ucciso, probabilmente avvelenandoli, i genitori per poi caricarli nell'auto di famiglia e gettarli nel fiume dal ponte prima di raggiungere da Bolzano, Ora, dove vive l'amica con la quale ha cenato e trascorso la notte. Il ritardo col quale Benno è giunto dall'amica giustificherebbe secondo l'accusa il tempo impiegato per occultare i cadaveri dei genitori, gettandoli appunto nell'Adige.