Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bolzano, coniugi scomparsi: task force per la ricerca dei corpi, verrà ridotta la portata del fiume Adige

  • a
  • a
  • a

Coniugi scomparsi a Bolzano. E’ trascorso più di un mese. L’ultima volta che sono stati visti era il 4 gennaio e l’ultimo a vederli fu Benno Neumair, il figlio di 30 anni adesso in carcere per i pesanti indizi a suo carico: accusato dell’uccisione die genitori e dell’occultamento dei cadaveri. Lui continua a proclamarsi innocente.

 


I corpi dei coniugi Neumair (Peter e Laura Perselli), nonostante le ricerche incessanti, non si trovano. Nei prossimi giorni - è questa la notizia anche dà il sito altoadige.it - sarà ridotta la portata del fiume Adige, limitando il deflusso delle dighe a monte che alimentano il fiume. Una scelta nata  per facilitare le ricerche della coppia.
La decisione - riporta la fonte - è nata dopo una riunione dei rappresentati delle organizzazioni di protezione civile, delle forze di polizia e dei vigili del fuoco, che sono impegnate nelle ricerche dei coniugi Perselli-Neumair.

Alla riunione, coordinata dalla Procura, hanno partecipato, tra l'altro, i gestori dei bacini idroelettrici e della Alperia Greenpower. Sono state riassunte le operazioni condotte nelle settimane passate e sono state definite le future azioni di ricerca come richiesto dalla magistratura investigativa e dalla polizia giudiziaria indagante. Una vera e propria task force quella verrà impegnata nei prossimi giorni.

 

Le zone di ricerca sono state suddivise, come richiesto dalla Procura, sulle squadre di ricerca e assegnate alle organizzazioni coinvolte. Le operazioni proseguono anche nei prossimi giorni. Sono stati consultati e coinvolti anche i rappresentati della protezione civile della Provincia di Trento e del Corpo permanente Vigili del fuoco di Trento.
Frattanto la giudice per le indagini preliminari Carla Scheidle ha incaricato come perito del caso Neumair il genetista Emiliano Giardina, dell'Università di Roma Tor Vergata, noto in tutta Italia per le sue perizie di ricerca e verifica di tracce biologiche in numerosi casi di cronaca, tra i quali gli omicidi di Yara Gambirasio e di Meredith Kercher.
Giardina verrà nominato dal gip come perito nell'incidente probatorio per le analisi biologiche, mentre quelle informatiche saranno affidate a Litiano Piccin, dell'Università di Bologna. 
Martedì 9 febbraio intanto, con inizio alle 15, si svolgerà l'udienza del Tribunale del riesame, richiesta dalla difesa contro l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Benno Neumair. Benno è in carcere dalla notte del 28 gennaio. In precedenza era stato indagato a piede libero.