Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cuneo, scialpinisti travolti da una valanga. Uno è in gravi condizioni

  • a
  • a
  • a

E' stato ritrovato lo sci alpinista che è stato travolto da una valanga che si è staccata alle 13,15 nel vallone laterale del Colle Sautron ad Acceglio, pressi di Rocca Blancia nel cuneese. L'uomo era stato letteralmente sepolto dalla neve ed è stato recuperato dai soccorritori. Ma le sue condizioni - secondo quanto riferisce un servizio de La Stampa - sono gravissime tanto che sono state eseguite manovre di rianimazione sul posto anche perché l'uomo era in un grave stato di ipotermia. E' stato disposto il trasferimento alle Molinette di Torino.

La valanga si è abbattuta su un gruppo di sci alpinisti. A dare l'allarme erano stati proprio le persone che erano uscite in gita con lui. Sul posto Soccorso alpino, carabinieri, vigili del fuoco, insieme con l’elicottero-ambulanza del 118. Nella stessa valle, a poca distanza dal luogo della valanga, il Soccorso Alpino è intervenuto per uno scialpinista che ha riportato la sospetta frattura di una gamba. Sul posto è arrivata un'eliambulanza decollata dalla base di Alessandria. Oggi in Piemonte il rischio valanghe, secondo il bollettino di Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) è “forte” (grado 4, sulla scala europea che arriva a 5) a nord, sulle Alpi Pennine e Lepontine, e “marcato” (grado 3) sul resto dell’arco alpino.

Intanto in Abruzzo continuano le ricerche degli alpinisti dispersi da domenica sul Monte Velino. Dalla Valle d'Aosta è in arrivo un potente sonar per la ricerca delle persone sotto alla neve. L'apparecchio, che ha una potente antenna, è stato trasportato con un elicottero. Intanto proseguono le ricerche dei volontari che stanno scavando sotto la neve. Questa mattina, 30 gennaio, è arrivato anche un apripista per spostare la neve trasportato dalla vicina stazione sciistica di Ovindoli. Sono al lavoro più di 80 persone per cercare di trovare le persone disperse da giorni.