Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cuneo, valanga su un gruppo di scialpinisti: un uomo disperso. Ricerche in corso

  • a
  • a
  • a

Ancora una valanga. Questa volta nel Cuneese, nel territorio comunale di Acceglio (poco più di 150 residenti), nell'alta Valle Maira. Secondo le prime notizie, i tecnici e l'eliambulanza sono impegnati nel recupero di uno scialpinista che sarebbe stato travolto nei pressi della Rocca Blancia. Il sito targatocn.it spiega che un gruppo di sciatori è stato coinvolto dal distacco di una parte della parete innevata. Immediatamente sono stati allertati i soccorsi. All'appello mancherebbe almeno uno dei partecipanti all'escursione. Sempre stando alle notizie che arrivano dal posto, l'uomo indosserebbe l'apparecchio di ricerca in caso di valanga che potrebbe favorire i soccorritori (in aggiornamento).

Intanto continua il massiccio impiego di mezzi e uomini su monte Velino in Abruzzo e per la prima volta viene utilizzato un potente sonar del Soccorso Alpino, arrivato dalla Valle d'Aosta, per le ricerche dei 4 escursionisti di Avezzano dispersi da domenica. Sono impegnati nelle operazioni di recupero circa 100 uomini tra Soccorso Alpino, guardia di finanza, polizia, carabinieri, vigili del fuoco e del Nono reggimento Alpini dell'Esercito italiano concentrati su un'area di valle Majelama, all'incrocio con Sella del Bicchero, interessata da una valanga estesa 2 chilometri e con uno strato di neve spesso dai 9 ai 12 metri.

Con il trascorrere dei giorni le ricerche diventano ovviamente sempre più complesse e purtroppo diminuiscono in maniera drastica le speranze di ritrovare in buone condizioni fisiche gli uomini dispersi. Nonostante ciò i soccorritori non mollano e per la giornata di oggi sono previsti anche spostamenti a bordo dell'elicottero Ericsson S 64 che è adatto per il trasporto dei grandi carichi. Inoltre è utilizzato anche il battipista del vicino comprensorio sciistico di Ovindoli (in provinca de L'Aquila). Insomma i soccorritori stanno facendo tutti gli sforzi possibili per cercare di rintracciare i quattro escursionisti. Le nuove tecnologie sono fondamentali in casi del genere, mai giorni trascorsi sono già diversi.