Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bolzano, coniugi scomparsi: arrestato il figlio Benno Neumair. Deve rispondere di omicidio volontario e occultamento di cadavere

  • a
  • a
  • a

E' stato arrestato Benno Neumair, il figlio dei coniugi scomparsi a Bolzano nei giorni scorsi. Il ragazzo, subito individuato dalla Procura come testimone chiave del caso, deve rispondere delle accuse di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Secondo i magistrati avrebbe ucciso i genitori - Peter Neumair e Laura Perselli - nell'appartamento adiacente a quello in cui vivevano.

 

Poi li avrebbe caricati nelle sua auto, zavorrando i cadaveri con dei pesi da palestra e li avrebbe gettati nel fiume Adige. Dopo tutto questo sarebbe andato a trascorrere la notte dall'amica Martina, che avrebbe lavato i suoi vestiti, probabilmente sporchi di sangue. Del caso nei giorni scorsi si sono occupati tutti i principali media nazionali, tanto della carta stampata quanto della televisione, come Pomeriggio Cinque e Chi l'ha visto.

 

Anche ieri sono proseguite le ricerche dei due corpi nel fiume, per quanto lo stesso Benno nei giorni scorsi avesse dichiarato alla trasmissione di Barbara D'Urso come fosse "inutile continuare a cercali in quel posto", forse tentando proditoriamente di depistare le indagini. Un elemento, quest'ultimo ora al vaglio dei magistrati, così come i buchi temporali nella ricostruzione degli eventi di quella notte tra il 4 e il 5 gennaio da parte del giovane. Il quale aveva detto anche che i genitori erano "usciti per andare a pattinare", riferendosi ai tanti "laghi ghiacciati presenti nella zona", visto che le piste di pattinaggio sul ghiaccio sono chiuse per le note disposizioni anti Covid. Ricostruzioni che non hanno convinto la Procura di Bolzano, che in questi giorni è stata sempre in contatto con il 30enne, amante del fitness e della palestra. Da appurare anche il ruolo dell'amica Martina, di cui è da approfondire il ruolo e la consapevolezza del suo comportamento nel momento in cui Benno le chiese di lavare i suoi panni, una volta arrivato nella sua abitazione di Ora.