Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Torino, uccide la moglie e il figlio di 5 anni a Carmagnola. Poi tenta il suicidio: arrestato

  • a
  • a
  • a

Tragedia nella notte tra giovedì 28 e venerdì 29 gennaio a Carmagnola, in provincia di Torino. Un uomo, A.R. le sue iniziali, di 39 anni, ha ucciso la moglie - sua coetanea - con un corpo contundente al termine di una lite. Poi ha ucciso anche il figlio, di appena 5 anni, per poi tentare il suicidio lanciandosi dal balcone della sua abitazione, sita al terzo piano di una palazzina. I fatti sono avvenuti verso le 3.

 

Il tentativo non è riuscito, tanto che sul posto sono arrivati i carabinieri del nucleo investigativo e della compagnia di Moncalieri - allertati dai vicini di casa che hanno sentito urla e il trambusto provocato dalla lite - e lo hanno arrestato. Il 39enne è stato poi trasferito in ambulanza all'ospedale Cto del capoluogo piemontese, dove è ricoverato e posto sotto stretta sorveglianza, anche se al momento non risulta essere in pericolo di vita. Sul luogo dell’omicidio sono in corso i rilievi tecnici dei carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Torino.

 

Si indaga sui motivi che hanno originato la lite tra i due coniugi, tanto più a quella della notte: a quanto risulta dalle prime ricostruzioni e testimonianze raccolte dalle forze dell'ordine, nulla lasciava presagire uno scenario di questo tipo in quel nucleo familiare. Tra le ipotesi alla base della lite quella di una possibile volontà della donna di lasciare il 39enne. Gli investigatori ora stanno sentendo anche i colleghi di lavoro e le frequentazioni più strette dell'uomo, per cercare di risalire a un possibile movente o a una premeditazione del gesto. Episodi di questo genere, purtroppo, non rappresentano casi isolati: liti che culminano con l'omicidio di un coniuge nei confronti dell'altro, per poi riversarsi anche sui figli, popolano spesso le cronache di ogni parte d'Italia. L'ultimo di questo genere, in Piemonte, fu a novembre a Carignano, quando un uomo uccise la moglie che voleva separarsi, per poi ammazzare anche i figli gemelli.