Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palermo, ragazza di 17 anni uccisa. Il legale del fidanzato: "Nessuna confessione", i retroscena del delitto

  • a
  • a
  • a

Un delitto che ha sconvolto Caccamo, in provincia di Palermo. Qui questa mattina, domenica 24 gennaio, è stato trovato il corpo senza vita di una ragazza di 17 anni, Roberta Siragusa. Il cadavere è stato rinvenuto  in un burrone nella zona di Monte San Calogero. E' stato il fidanzato, diciannovenne, Pietro Morreale, ad avvertire i carabinieri della stazione di Caccamo. Il giovane si è presentato in caserma questa mattina intorno alle 9,30, con il padre e un avvocato. E ha condotto i militari fino al burrone. Poi è stato riaccompagnato in caserma. In serata, il suo legale, Giuseppe Di Cesare, ha detto che "non ha fatto alcuna confessione. E al momento non c'è alcun provvedimento nei suoi confronti". Ill giovane resta trattenuto in caserma, e resta il principale indiziato del delitto, spiega Repubblica.

Emergono frattanto dettagli sul delitto. Il corpo della giovane è in parte carbonizzato. Sembra che ieri sera i fidanzati fossero in una villetta di Monte Rotondo assieme ad alcuni amici, nonostante le "zona rossa". I due avrebbero litigato, dopo una scenata di gelosia di lui. E si sarebbero allontanati, questo hanno raccontato alcuni testimoni sentiti dagli inquirenti. Sono al vaglio le immagini di alcune telecamere della zona che potrebbero dare risposte soprattutto su alcuni movimenti del ragazzo.